Lilypie - Second Birthday

mercoledì 29 febbraio 2012

Il rooming in

Nella clinica dove ho partorito mi sono trovata benissimo per tutto cio' che ha riguardato il parto, tutte le ostetriche sono state gentili, disponibili e, per quanto ho potuto percepire io, competenti.

La degenza post parto, pero', mi ha lasciato un po' dubbiosa.
Li' praticano il Rooming In , cioe' il bambino e' in camera con la mamma 24 h su 24, tranne quando lo portano dal pediatra a fare i controlli, e le mamme sono sistemate in camere doppie.
Ecco, sebbene tenere il bambino con se' sembri una cosa molto carina, in realta' ha dei risvolti abbastanza difficili, soprattutto la notte.

Due bambini nella stessa stanza, che si svegliano a vicenda, due mamme che sono doloranti con i punti e quindi non propriamente pronte a passare la notte sveglie e in piedi a cullare i bimbi...
Nel mio caso mettiamoci anche una montata lattea che mi ha gonfiato il seno da una 1' a una 5', in pratica avevo due palle da bowling ma ancora piu' dure, e un bimbo che si attaccava ma non riusciva a tirare niente e quindi piangeva.
Per me l'unica soluzione e' stata tenerlo SEMPRE attaccato, con il risultato che il seno continuava a non svuotarsi, ma si riempiva sempre di piu' e in piu' i capezzoli erano diventati intoccabili da quanto mi facevano male. alla fine quando lo attaccavo piangevo dal dolore...

Non esagero, ho passato due notti d'inferno, senza dormire nemmeno un minuto. Avevo gia' deciso che se al 3' giorno non mi avessero dimesso per qualche motivo, avrei preso da li' in poi una stanza singola, per far rimanere mia madre a dormire con me e tenere LG.

Ora, io non so se chiedendo piu' aiuto alle puericultrici sarebbe cambiato qualcosa, se forse sono stata io a sbagliare e avrei dovuto pretendere che me lo portassero un po' via, ma d'atra parte non e' che si ha esperienza in queste cose: quando ho chiesto aiuto e' stato perche' proprio non ce la facevo piu', e quello che ho ricevuto e' stato solo qualche blando consiglio sul come farlo attaccare bene al seno.
Magari dovrebbero essere loro durante il giorno e la notte a fare dei "giri di controllo" per verificare che vada tutto bene e che le mamme stiano facendo le cose giuste, invece di aspettare di essere chiamate. D'altronde una neo mamma come fa a sapere se sta facendo le cose per bene?

In definitiva se dovessi tornare indietro non so se rifarei la stessa scelta, una neo mamma, specialmente se al primo figlio, non credo sia in grado di gestire da subito tutte le notti in camera con il bebe'.

mercoledì 22 febbraio 2012

Il mio parto

Per non scordare nulla di questo momento stupendo, ecco un piccolo resoconto del mio parto. Per fortuna è stato veloce e "indolore", quindi consigliato anche a chi deve ancora partorire di leggerlo: ragazze con un po' di fortuna può capitare a tutte di non soffrire troppo! A me hanno detto che è perché ho sempre fatto sport e quindi ho i tessuti elastici. Secondo me è stata solo una botta di c..o J


Prologo
Nel WE avevo deciso che non ne potevo più di stare con la panciona, e che volevo vedere il mio piccolino, e così non mi sono risparmiata: sclae a piedi, passeggiate, cibo piccante e tutti i consigli che si danno di solito per far arrivare pria il momento del parto.

A casa
Effettivamente qualcosa deve aver funzionata, perchè lundì mattina, a 39+3, verso le 11.00 ho iniziato a sentire delle strane fitte, tipo dolori mestruali ma più forti e concentrati in un minuto. Per fortuna c'era mia suocera a casa, che è una ostetrica, e mi ha visitato. Ero già dilatata di 3 cm, ma visto che i dolori non erano forti e che tanto c'era lei con me in caso di emergenze, ho deciso di rimanre a casa finchè non ne potevo più.
Ho addirittura mangiato qualcosa,  perchè avevo una fame! Per fortuna era solo una minestrina calda, perchè poi durante il travaglio ho rivomitato tutto!

In ospedale
Vero le 14.30 ho cominciato ad avere dolori più forti, e così sono andata in clinica. Arrivata ero a 5 cm abbondanti, e se volevo potevo fare già l'epiudurale, ma ho deciso di non farla visto che i dolori non erano ancora troppo forti, per non rallentare il travaglio che stava andando veloce. Intanto nel frattempo ho svomitazzato un po', e questo mi ha causato la rottura delle acque.
In camera sono stata così a soffrire un po', ma niente di insopportabile, fino alle 17.30.

Dolori veri
Alle 17.15-17.30 ho cominciato a soffrire davvero, dolori molto molto forti e con frequenza di 1 minuto, quindi lasciavano poco tempo per riprendersi. A questo punto ho ancora deciso di non fare l'epidurale, perchè ero quasi a 9 cm e non volevo bloccare tutto.
Alle 18.00 circa non ce la facevo proprio più, sentivo che se avessi potuto spingere il dolore sarebbe passat,o, e quindi mi hanno spostato in sala parto

Il parto
Appena arrivata in sala parto sembrava che si fosse fermato tutto: ero dilatata giusta, e le contrazioni erano forti, ma corte, quindi non facevo in tempo a dare delle belle spinte, perchè la contrazione finiva e il pupo tornava su. Anche se le ostetriche mi incoraggiavano lo capivo benissimo che non stava procedendo, perchè mi guardavano con poca attenzione, non avevano preparato attrezzi nè altro.
Dopo un tempo che mi è parso lughissimo, ma in realtà era solo mezz'ora, mi hanno attaccato un flebo che mi ha allungato le contrazioni, diminuendone l'intensità.

A questo punto l'ostetrica ha detto una frase che ha dato la svolta:
Ostetrica: stai tranquilla, la fase delle spinte può durare anche 2h e 30
Brioscina: ma perchè quant'è che sto spingendo?
O: ma sarà neanche mezz'ora
B (rivolta al maritozzo): non ce la posso fare davvero non ce la posso fare

In quel momento arriva una contrazione e mi dico: Brioscina basta cazzeggiare, qui non puoi andare avanti altre due ore o muori. Spingi!
E così ho fatto, ho spinto come non credevo di poter fare. E con quella spinta sì che le cose sono cambiate! Le ostetriche si sono messe tutte in agitazione, sbrigandosi con i camici e con gli strumenti vari.
Alla spinta dopo ho visto che tagliavano, e ho capito che c'eravamo.
Un'altra spinta e il pupo era fuori, alle 18.55!

Il momento più bello della mia vita
Appena L.G. è uscito me l'hanno messo addosso, ed era bellissimo e soffice e profumato e tutti gli aggettivi più belli che vi vengono in mente.
I dolori già non contavano più niente, vedevo solo lui, e mio marito a fianco a me che assisteva il pediatra mentre gli facevano il bagnetto e lo visitavano.
Nel frattempo a me hanno fatto espellere la placenta (zero dolore) e messo i punti (abbastanza dolorosi, ma nulla paragonato alle spinte).
La cosa strana è che ho iniziato a tremare una foglia, sia battendo i denti, sia le gambe, che non riuscivo più a tenerle ferme.

In camera
Dopo che mi hanno riportato in camera me l'hanno portato su e me hanno lasciato un bel po' attaccato al seno per allattare. Che amore!
E così è iniziata la nostra vita insieme!

domenica 19 febbraio 2012

La pancia che ti manca

Ieri sera io e il Maritozzo stavamo guardando la partita di pallavolo in TV.
Un giocatore fortissimo fa un attacco devastante, io mi tocco la pancia e con aria decisa dico
"LG mi raccomando quando esci anche tu dovrai attaccare cosi' "
E il Maritozzo:"Ma con chi stai parlando?"
E io: " Ma con LG no?"
E lui: "Si ma LG e' nella carrozzina... O.o"

Che vi devo dire, per me era come se ce l'avessi avuto ancora nella pancia, ero talmente abituata a parlargli!

sabato 18 febbraio 2012

A casa con il piccolino

Da due giorni siamo a casa con il nostro piccolino.
E' difficile prendere il ritmo, per ora qualsiasi cosa gira intorno a lui, ma siamo tanto tanto felici.
E' come se mi fosse spuntato un altro cuore per poter contenere tutto l'amore per lui, sono emozioni per cui non riesco a trovare le parole.
So solo che starei ore ed ore solo a guardarlo o a cullarlo.
Certo le notti già sono un problema...ma troveremo una soluzione tutti insieme!

Ed ecco a voi il mio L.G. (per chi se lo stesse chiedendo il secondo nome è il famoso nome del nonno)

martedì 14 febbraio 2012

E' NATO LORENZO

...Lorenzo e' nato  alle ore 18.55 di 4350g  bellissimo a breve vi aggiorno....

lunedì 13 febbraio 2012

sulla via dell'ospedale

Mi ha visitato  mia suocera (ostetrica) e mi ha detto che ci siamo. Si va in ospedale e questa volta mi sa proprio che nasce...

doloretti

Il panino e' stato bravo e tutto il WE se n'e' rimasto nella pancia al caldo.
Ora pero' mi stanno iniziando dei doloretti non tanto etti.... Sara' la volta buona? vi aggiorno!

venerdì 10 febbraio 2012

richiesta speciale per il panino

Amore mio,

lo so che ultimamente ti chiedo sempre di sbrigarti, perche' non ce la faccio piu' e sono curiosa di conoscerti...
Ma ha ricominciato a nevicare di brutto e noi siamo senza catene.

Non ti chiedo tanto, ma almeno aspetta fino a domani verso ora di pranzo ok? Cosi' la neve si scioglie un po'!

giovedì 9 febbraio 2012

7 cose di me



Con un ritardo mostruoso accolgo con piacere il premio di mammadentro, e vi annoio con 7 fatti interessantissimi su di me:

1. Sono sfortunatissima al gioco. Della serie che da piccola, a una pesca, c'era un premio per ogni biglietto, tranne che per quello che ho pescato io, perchè il mio se l'erano perso :S

2. Mi fisso sulle cose: libri, serie tv, cibo. Se trovo qualcosa che mi piace allora per mesi esiste solo quella (nel caso delle serie tv stiamo parlando di nottate insonni pur di vedere la fine). Finchè non arriva n'altra fissazione

3. Non mi è mai piaciuta la birra, colmo di sfortuna vuole che ha iniziato a piacermi tipo 2 mesi prima di rimanere incinta. Va da se che non vedo l'ora di sfornare per ricominciare a berla!

4. Mi sono fatta in 4 per prendere una laurea tostissima, che mi ha permesso di trovare il mio lavoro, ma che in realtà non c'entra nulla con quello che faccio. (volevano solo il titolo). E mi sta bene così. Sto usando più lo spagnolo che ho studiato al liceo che i libroni su cui mi sono spaccata la testa all'università

5. Sono TANTO TANTO disordinata!

6. Sono parecchio alta, e questo spesso mi ha dato fastidio, perchè pur essendo abbastanza magra non sono mai riuscita a entrare in una 42. Maledetta moda!

7. Non so mai che faccia fare quando ricevo un regalo. Davvero, anche se mi è piaciuto, ho sempre paura che ad esagerare poi sembro finta, se invece non mi è piaciuto non so fingere...alla fine vado nel panico e sto zitta, col risultato che puntualmente nessuno pensa di avermi fatto una bella sorpresa. ma no è così giuro! (capito maritozzo?)

E ora devo passare il premio ad altre blogger. Non ho capito a quante, quindi farò io:
1. Claravu
2. Marica
3. erolucyvanpelt
4. matrioska
5. Gnappetta
6. Babi
7. Seavessi

Ciao a tutte!

sabato 4 febbraio 2012

La nevicata del 2012

Forse chi non e' di Roma non puo' capire l'eccezionalita' dell'evento...ma stamattina questo era il panorama dalla mia finestra

Per fortuna per il momento il paninetto ha deciso di rimanere ancora in forno, stanotte avevo una paura di dover correre in ospedale con le catene alla macchina!
Per ora mi godo lo spettacolo di vedere dalle finestre i bimbi che giocano in strada.

Peccato solo non poter uscire, con questo freddo e il ghiaccio ho paura di scivolare...

Vi lascio con una delle mie canzoni preferite: