Lilypie - Second Birthday

venerdì 29 novembre 2013

Al nido

Ho paura a dirlo ad alta voce, ma finalmente mi sembra che LG abbia accettato il nido, e ci vada volentieri. Addirittura quando lo vado a prendere si lamenta perché' vorrebbe rimanere dentro a giocare!

C'e' una bimba che gli piace, Sofia, e due amichetti, Valerio e Aleandro. E poi c'e' la maestra Franci che gli piace tanto.

Non vedo l'ora che sia i giorno della festa di Natale del nido, per andare a vederlo dal vero e capire come interagisce con gli altri bimbi.

Intanto la maestra mina detto che e' un gran chiacchierone, e tra le nuove parole vi segnalo due chicche:
culo (zucchero)
menna (penna)...un po' equivoche no? Se poi le mettiamo insieme a cazco (casco)!

lunedì 18 novembre 2013

scelte scolastiche

Scena in farmacia che mi ha fatto rabbrividire:

La farmacista, chiaramente amica della cliente, le chiede come va la figlia a scuola,  al primo anno di liceo linguistico. 
La mamma, giustamente fiera, è molto orgogliosa perché la figlia è brava, ma si lamenta che le professoresse di matematica e scienze le rinfacciano continuamente che la figlia avrebbe dovuto scegliere lo scientifico, tanto è brava e appassionata di scienze matematiche, e le suggeriscono di farle cambiare scuola ora che è ancora all’inizio.
La mamma furba, invece, è certa di aver fatto la scelta giusta: lei ha suggerito alla figlia di fare il linguistico anche se poi vorrebbe fare ingegneria all’università, perché le lingue sono importanti, e se non le impari al liceo  non le puoi più fare! Invece tanto matematica la fai pure al linguistico, che problema c’è!

ECCERTO, perché la matematica e la fisica che si fanno al linguistico sono proooooprio uguali a quelle che si fanno allo scientifico!
D’altronde non esistono scuole di lingua esterne alle scuole superiori, invece di scuole di matematica siamo pieni…Ah no è il contrario!

Sarà che io mi sono rotta il c..o ad ingegneria, così come i miei colleghi, e avevamo fatto lo scientifico,  e pensare alla fatica che farà  questa ragazza mi fa una rabbia.Troppi ne ho visti che avevano  fatto il classico e il linguistico che hanno abbandonato dopo qualche  anno. Non dico che le lingue non vadano studiate al liceo, ma in effetti le puoi studiare anche fuori, mentre la preparazione scientifica no! Non puoi recuperarla! Il linguistico è una scuola validissima, ma non per chi ha come sogno di fare ingegneria! E poi ci sono tanti licei scientifici che come sperimentazione hanno aggiunto una o due lingue in più!


Mi fa rabbia come a volte le mamme siano accecate dalle loro convinzioni, e non si lascino scalfire nemmeno dai consigli dei professori. Proposito per il futuro: impegnarmi a mettermi in discussione, ad accettare i consigli, ad ascoltare mio  figlio e i suoi gusti. 

mammone

LG è nel pieno di un periodo di mammosità incredibile. Richiede la mia attenzione ogni momento, appena si rende conto che mi sto concentrando su qualcosa di diverso, lui protesta in modo vigoroso.
Non capisco se soffre il distacco quando sono al lavoro o se è solo un po’ capriccioso, o se è una fase normale.

Fino a un mesetto fa faceva così solo quando tornavo a casa dal lavoro, e mi sembrava anche giusto: siamo stati separati tante ore, mamma ora voglio che giochi con me. Ma ora è diventato esasperante: ogni giorno, ogni momento, in ogni occasione, se faccio altro lui viene e reclama la mia attenzione:
• Mi spegne la televisione
• Mi butta via il cellulare
• Pianti disperati mentre cucino/faccio le faccende,che finiscono con lui singhiozzante accucciato sotto le mie gambe mentre lavo i piatti
• Se parlo con qualcuno viene, mi gira la faccia verso di lui emi dice “zitta!”

E tutto ciò non solo quando siamo soli io e lui, ma anche quando ci sono altre persone che ci stanno giocando e lo tengono impegnato. Persino quando guarda Santa Peppa Pig vorrebbe che stessi lì con lui, in particolare vorrebbe che stessi con la testa sulle sue gambe e lui che mi fa le coccoline e i grattini sul viso.
Per carità, io mi sento davvero onorata di tutte queste attenzioni, però dall’altro è davvero pesante come situazione perché non riesco a fare più niente, tutto ciò che è “casa” ormai è demandate alla notte dopo le 10 quando ormai lui dorme.

Speriamo che sia solo una fase. Chissà quanto rimangerò questi momenti quando sarà adolescente!

martedì 12 novembre 2013

Scatenare le ire del Maritozzo

Oggi mi sa tanto che farò arrabbiare il Maritozzo.
Ieri l'ho trascinato da IKEA, e malgrado siamo in fase di Spending Review, per via di una vacanza molto costosa che faremo a Natale :), gli ho fatto spendere più di 150€ per comprare tutta una serie di mensole e mobileti da mettere su una parete del salone, più un lampadario.

Tornati a casa il lampadario era rotto, e già qui l'umore di Maritozzo si è fatto nero.

Poi stanotte rimungindoci su, ho deciso che quei pensili che ho comprato non li voglio più: ci entrano come dimensioni, ma sono troppo grandi, mi dà l'idea che levino aria. E sì che lui, mentre eravamo da Ikea, continuava a ripetermi: Ma sei sicura che ci stanno bene? A me sembrano troppo grandi!

Quindi quando oggi gli dirò che deve riportare tutto indietro.... Ho paura!

Però sto già pianificando cosa comprare con il buono che ci daranno indietro! Quest'anno regali di Natale per tutti di IKEA!