Lilypie - Second Birthday

venerdì 23 dicembre 2016

Cronaca di uno strano weekend a Berlino

E niente lo avevo detto.  Avevo detto che del weekend fuori per il mio compleanno avrei voluto parlare solo dopo averlo fatto.
Perchè chissa come mi sentivo che non dovevo dirlo, che un po' mi sarei portata sfiga a sbandierarlo ai quattro venti. E invece anche così....

Premettendo che noi stiamo tutti bene, abbiamo passato, nei giorni scorsi, una bella piccola vacanza di famiglia a BERLINO. A 500 mt da dove hanno fatto l'attentato!

Per fortuna noi quella sera avevamo deciso di andare da un'altra parte, e proprio dove c'è stato l'attacco ci saremmo dovuti andare il giorno successivo. Insomma ce la siamo scampata, ma di certo il clima della vacanza non è stato dei migliori.
Avevo in mente di fare tutto un bel post descrittivo, una specie di guida, ma onestamente non mi pare il clima più adatto.
E allora voglio solo segnare i punti più e meno belli che voglio comunque conservare nella memoria:

Quelli belli:

  • L'emozione. L'olocausto, la seconda guerra mondiale e la guerra fredda sono ancora così vicine che vederne i simboli è molto toccante. 
  • I bambini: Lollo è stato magnifico, a quasi 5 anni ha camminato sempre senza lagnarsi, si è mostrato curioso di vedere le cose, insomma ormai è pronto per questo tipo di vacanza. Flavio ci ha fatto un po' impazzire, giustamente tutto quel tempo sul passeggino si scocciava (1 anno e mezzo). Ma nel complesso, grazie anche a diverse attrazioni adatte a loro, è andata bene
  • Il cibo. Che Lollo amasse le salsiccie e i wurstel era risaputo. Ma vedere Flavio che appena entriamo nel pub indica i wurstel e urla Pappa Pappa tutto felice è stato uno spasso.
  • La mia festa. Il maritozzo che organizza una festa con pizza, palloncini e candeline in camera, eravamo solo noi 4 ma la festa è stata stupenda.
  • Il fitbit, mio regalo di compleanno, che dopo questi 3 giorni mi dice che la mia media di passi sono 20.000 al giorno! Ora si torna alla vita sedentaria!
Quelli meno belli:
  • La sensazione di pericolo dopo l'attentato. Dovermi separare dal maritozzo che andava a cercare un taxi mentre io rimanevo nel ristorante con i bambini, la paura che potesse succedergli qualcosa. Brutto brutto brutto
  • Il freddo. Mi aspettavo che fosse ancora più freddo, noi abbiamo beccato giornate calde, ma comunque girare con due bambini imbacuccati in sciarpa, cappello, guanti e coperte per il passeggino non è stato facile
  • Sbagliare l'orario del volo di ritorno e arrivare in aeroporto con un'ora di anticipo...
  • Trovare tante attrazioni chiuse per lutto. Per carità, giustissimo che le avessero chiuse, però dai che sfiga, probabilmente era la mia unica occasione per vederle, 
Comunque nel complesso è andata bene lo stesso, anche se devo ammettere che la città non mi è piaciuta tanto, rispetto alle altre capitali europee ce ne sono molte altre che ho amato di più!
Per la prima volta non sono tornata a casa pensando "io qui ci vivrei volentieri"

    mercoledì 30 novembre 2016

    Periodaccio

    So che mi ero ripromessa di aggiornare il blog più spesso, ma sto passando un periodo da pazzi al lavoro, e il poco tempo libero che ho lo devo dedicare ad altro.
    Besti pensare che ieri sono tornata a casa all'una di notte da una trasferta di due giorni, e che venerdì ho lavorato fino alle 2.53. Di notte però!

    Insomma da un lato sono contenta che diversi Manager della mia società mi si contendano, in barba al post che avevo scritto tempo fa sul come mi sentivo inadeguata al lavoro. Dall'altro però in questo momenti i carichi di lavoro sono davvero troppo alti per la nostra squadra, noi stiamo facendo presente la cosa ma sembra non interessare a nessuno, ma non è possibile costringere 4 persone a fare notte tutti i giorni, al di là della gestione familiare, è una situazione troppo pesante anche per un single!

    Per fortuna la prima grossa scadenza si sta avvicinando, dopo il ritmo dovrebbe rallentare, almeno si spera.

    Intanto io guardo con tanta speranza a queste vacanze di Natale che arrivano, un po' perchè adoro il Natale, mi sto già organizzando con i regali dei bambini e sono più eccitata di loro, un po' perchè mi farò anche una bella vacanzina noi 4, di cui però racconterò solo dopo!

    Purtroppo non potrò prendere proprio tutto il periodo 24-6 gennaio di ferie, ma ne potrò comunque prendere molte, e devo dire che ne ho proprio proprio bisogno!

    martedì 11 ottobre 2016

    La mia prima 5 km

    Domenica mattina ho partecipato alla Decathlon run days, una corsa amatoriale di 5 km. Era il mio obiettivo che mi sono prefissata un mese e mezzo fa, quando ho iniziato a correre, perchè sapevo che se non mi fossi data un obiettivo preciso avrei mollato subito.
    E invece ho tenuto duro, sono riuscita a partecipare e a finirla senza mai fermarmi!
    La posizione non è stata altissima, anche perchè di partecipanti amatoriali ce ne erano ben pochi, Erano tutti fortissimi e super attrezzatissimi, io sembravo una barbona al confronto, ma la velocità che ho tenuto è stata buona per una persona che ha iniziato da così poco (6,30 min/KM).
    Poi è stato carino che prima di iniziare ho fatto amicizia con due ragazze che corrono da sempre, e gli ho spiegato che per me era la prima gara. Ovviamente sono arrivate prima di me, ma sono rimaste all'arrivo a fare il tifo per me, a incoraggiarmi per farmi finire! E' stato davvero simpatico.

    Invece un tizio mi ha fatto strano: dopo la corsa ho raggiunto mio marito e i bambini al supermercato, Mentre ero con loro questo mi si avvicina e mi fa "Ah ma tu eri alla corsa?" E attacca bottone, Sembrava che ci provasse! Con mio marito a 10 m che lo guardava storto!  Ma dico io che ti dice la testa?

    Ora il difficile è non mollare gli allenamenti, anche perchè io in genere vado a correre la mattina alle 6.30, e oggi per dire era proprio buio e freddo, e non so quanto potrò continuare con questi orari. Vorrei riuscire ad alternare con un programma di allenamento più vario da fare a casa, ma lo dovrò fare la sera dopo che i bambini dormono. Qualcuno sa suggerirmi qualcosa?
    Poi ormai mi sono fissata e voglio comprarmi ( meglio ricevere per Natale) il fitbit! Giorgia, se mi leggi, me lo consigli?

    E intanto siamo a -6 kg!

    venerdì 30 settembre 2016

    di lavoro e maternità

    Ennesimo giorno che mi fa uscire dal lavoro con un po’ d’amaro in bocca. Ennesima volta in cui mi si chiede se voglio dedicarmi alla vita professionale o se la mia priorità è fare la mamma.

    Che poi per inciso il mio capo non è male da quel punto di vista, ma ovviamente, vista la mia risposta, decide sempre di tenermi un po’ in disparte, di non darmi i progetti migliori. E il brutto è che non riesco a dargli torto perché io non ho il tempo materiale di lavorarci tanto quanto fanno i miei colleghi. Loro escono tutte le sere dall’ufficio alle 22.00, vanno in trasferta 3 giorni a settimana. Io posso essere brava quanto vuoi, ma è ovvio che non riesco a stargli dietro.

    E allora cos’è che mi da fastidio? Boh, forse il fatto di dover scegliere! Il fatto che ci sia questa competizione in cui io non posso competere, perché, almeno nel mio settore, gli orari di lavoro sono completamente non regolati da leggi, e quindi chi non ha famiglia può lavorare molto di più e automaticamente tagliare fuori chi invece ce l’ha.


    Io vorrei essere completamente dedicata sia al lavoro, perché mi piace, sia alla famiglia, perché ovviamente mi piace ancora di più. E se devo scegliere non ho dubbi, la priorità la do alla famiglia. Però, visto che al lavoro comunque ci devo andare, che non posso rinunciare a questi soldi, beh allora mi piacerebbe lavorare con serenità, senza questa ansia da prestazione!

    aahh finalmente

    riesco ad avere una connessione decente e a scrivere qualcosa.

    La cosa più importante è che ho scardinato la soglia dei meno 5 kg! La dieta e la corsa un giorno si e uno no stanno dando i suoi effetti! Sono solo a un terzo del percorso, mancano ancora 10 kg, ma sono convintissima e molto motivata, anche perchè, al di là della bilancia, comincio proprio a vedermi i risultati addosso!

    Ora sono solo preoccupata perchè mi è venuta una contrattura a una coscia, e io tra 10 giorni mi ero iscritta a una corsa amatoriale. Sicuramente potrò andarci, ma rischio di non potermi allenare per niente in questi giorni, quindi non vorrei fare una figuraccia.

    Per il resto continua la mia vita frenetica tra casa e lavoro, e in particolare mi aspetta un weekend di passione tetè a tetè con i bambini visto che mio marito starà fuori per lavoro!

    Vi racconterò come è andata!

    venerdì 16 settembre 2016

    venerdì

    Finalmente questa settimana pesantissima si avvia al termine, tra lavoro e inserimenti a scuola.
    Il grande ovviamente non ha battuto ciglio, ma d'altronde siamo al 3° anno di materna quindi è bello che abituato ormai.
    Il piccolo ha mostrato solo oggi qualche segno di cedimento, un piccolo piantarello ma nel complesso sta andando benissimo. Ora mi aspetto i primi malanni, ricordo che LG al primo anno di nido non durava mai più di due settimane, quindi secondo me la settimana prossima arriverà anche per Flavietto la prima febbre. Ma è già messa in conto, aspettiamo e vediamo che succede.

    La settimana prossima invece tornerò ad avere vita da "single": lunedì sera aperitivo con le amiche storiche, e mercoledì partirò per Brussels per lavoro, Statò fuori solo una notte, ma non mi sembra vero di farmi una notte intera da sola!
    Mamma mia però, sono preoccupata per Flavio perchè lui la notte cerca ancora il seno 2-3 volte, quindi non so proprio come la gestiranno mio marito e mia madre che verrà ad aiutarlo. Speriamo bene.

    giovedì 8 settembre 2016

    Rientro

    Ennesimo rientro dalle ferie ed ennesimo buon proposito di riprendere a scrivere sul blog con più costanza... ce la farò?

    Questo settembre è frenetico, al lavoro abbiamo una scadenza importante proprio a fine mese, quindi di certo non è stato un rientro soft. Anche dal punto di vista familiare le cose non sono semplicissime, perchè quest'anno Flavietto andrà al nido, mentre LG andrà  ancora alla materna, e dobbiamo incastrare chi li porta, chi li prende etc.

    Per non parlare delle attività da fare il pomeriggio. Essendo LG molto vivace ho bisogno di tenerlo impegnato per stancarlo, altrimenti a casa tutti i pomeriggi diventa nevrastenico. La piscina, che l'anno scorso faceva due volte a settimana, non gli piace per niente, in più quest'anno dovrebbe portarcelo mia madre da sola perchè io ho ripreso a lavorare a tempo pieno, quindi la dobbiamo scartare.

    Abbiamo deciso per piscina il sabato mattina insieme a noi e al fratellino, sperando che così gli piaccia di più, poi inglese come l'anno scorso e poi karate o kung fu. Sto cercando mille corse per capire come si incastrano meglio gli orari, sempre pensando a mia madre che poverina ce lo dovrebbe portare e andare a riprendere mentre nel frattempo si tiene anche il piccolo, una faticaccia!
    Infatti mi sa che alla fine prenderemo anche una babysitter che la aiuti un pochino.

    Insomma è più difficile pianificare il pomeriggio ai bambini che fare i piani di lavoro in ufficio!

    Dal punto di vista personale ho preso una grossa decisione: non riesco più a vedermi con tutti questi chili addosso, voglio tornare a come prima delle gravidanze, quindi parliamo di circa 17 kg da perdere.
    Sto andando a correre 3 volte a settimana e mi sono messa a dieta ferrea, ho iniziato da 3 settimane e per ora ho perso 3 kg, speravo di più essendo l'inizio, ma devo dire che anche se la bilancia dice di no, a guardarmi già si inizia a vedere qualche cambiamento. Questa volta sono proprio motivata, non mollo!

    sabato 2 gennaio 2016

    il nuovo anno

    E' iniziato con una bella festa a casa, amici pochi ma buoni, bambini che giocavano e ridevano felici.

    Ha fatto spuntare il primo destino a Flavietto, e al commento di Lollo che dice "Flavio, stai crescendo" ammetto che un pochino mi e' dispiaciuto, che il mio piccolino vorrei tenerlo sempre così, piccolo e tenero.

    Mi fa riflettere, ancora, sul mio ritorno al lavoro e sulla vita al di fuori della mia bolla ovattata di mamma. Ho già fatto una prima puntata in ufficio per riprendere i contatti, mi hanno comunicato il nuovo incarico, un progetto un po' più soft di quello su cui ero prima, ma vorrebbero aggiungermi qualche mansione in più non appena riprendo a pieno ritmo. Un progetto carino, anche se si prevedono diverse trasferte di un paio di giorni, e ora devo capire come fare, che per ora di notte di certo non posso partire, Falvio la notte e' ancora troppo dipendente dalla tetta. E anche di giorno in verità' :)
    Comunque non e' questo il punto, il punto e' che vedendo le mie colleghi senza figli, e a volte anche single, e vedendo le mie amiche anch'esse non prolemunite, mi rendo conto della differenza abissale che si e' creata tra di noi.
    Loro sono tutto un parlare di uscite, locali, viaggi, shopping...io mi sento davvero fuori dal giro. A volte mi sembra di invidiale, di rimpiangere la vecchia me e tutto quello che facevo prima, ma poi torno a casa, trovo mio marito e mio figlio a letto abbracciati, mi infilo sotto le coperte con loro e di certo ogni traccia di rimpianto sparisce. Anzi mi dispiace quasi per le mie amiche che ancora non hanno potuto provare la mia vita di adesso, che sarà si più noiosa e faticosa, ma mi appaga tanto, e mi fa stare bene.
    Quanto amore in casa mia!