Lilypie - Second Birthday

giovedì 29 dicembre 2011

post-Natale

E alla fine anche questo Natale e' finito, con tutti i parenti possibili e immaginabili che sono passati, a un certo punto, da casa mia.

Per me non e' stato molto stancante, perche' proprio due giorni prima della Vigilia avevo la visita mensile dalla ginecologa, che mi ha raccomandato di non strapazzarmi, quindi quella povera santa di mia madre ha praticamente fatto tutto lei! Io mi sono limitata a imburrare qualche tartina e a disporre i bicchieri.
Alla fine la cosa piu' stancante e' stato gestire le due famiglie, mie e del maritozzo, che su molte cose hanno visioni molto diverse.

Comunque tutto il cibo che mi sono ''scofanata'' ha dato i suoi frutti, tant'e' vero che quando ho provato a fare la curva glicemica mi hanno trovato dei valori altissimi e non me l'hanno nemmeno fatta fare, perche' tutto quel glucosio mi avrebbe steso :(
Ora sono a dieta stretta per ripetere le analisi tra una settimana, e tengo le dita incrociate sperando che non mi esca fuori il diabete gestazionale. Uffa!!!

venerdì 23 dicembre 2011

Ultimo giorno

Alla fine è arrivato...
Oggi dico ciao al lavoro. Questo progetto  mi piaceva parecchio, c'erano persone simpaticissime...Spero di trovarle ancora lì al mio ritorno!

Ora vado a mangiare le pizzette con i colleghi :)

mercoledì 21 dicembre 2011

Happy Birthday to me!

Ieri ho compiuto "30-1" anni! Come mi ha scritto una mia amica, è l'ultimo compleanno col 2 davanti, e l'ultimo da non-mamma. Niente niente sto diventando grande?
Intanto per coltivare la parte giovani di me mi sono fatta regalare il cofanetto con tutti i film di Harry Potter!

Anche se poi le mie amiche mi hanno regalato un pigiamone, una vestaglia morbidosa e un paio di pantofole tipo sivaletti pelosi. Ho capito che tra qualche giorno smetto di lavorare, ma non mi trasformerò mica in un animale da divano!

martedì 13 dicembre 2011

ancora Natale

Dal momento che quest'anno non potremo andare in Calabria a trovare i suoceri per Natale, visto che a me non va di fare un viaggio lungo in macchina, verranno loro da noi

Dal momento che ho casa nuova, mi faceva piacere invitare i miei parenti vari da me quest'anno a Natale, così gli faccio vedere la casa

Morale della favola? 17 persone a cena il 24 dicembre!!!!

Tra il passaggio di consegna al lavoro, la domanda di maternità on line, e l'organizzazione del Natale da me sto impazzendo.
Ma chi me l'ha fatto fare????

p.s. capirete che ho poco tempo per aggiornare il blog :(

sabato 10 dicembre 2011

Natale

Il nostro primo albero di Natale! E pensare che l'anno prossimo saremo in tre!


mercoledì 30 novembre 2011

al lavoro

Piano piano si avvicina la data del mio congedo di maternità!

Lunedì arriverà una ragazza nuova che mi dovrà sostituire, almeno per una parte di quello che faccio. L'altra parte, quella più complessa, non è ancora chiaro chi la debba prendere in carico, ma diciamo che per il momento la mia collega "pari-livello" è abbastanza terrorizzata, perchè la nostra impressione è che semplicemente la affibbieranno a lei finchè non torno. Povera collega Zuzu, ti starò vicino col pensiero :)

Intanto io sono ancora indecisa se prendere la flessibile fino all'8° mese oppure no. Il problema è che gran parte dell'ultimo mese lo farei in ferie per via delle vacanze di Natale, e non mi va di finirle tutte!
Che voi sappiate è possibile chiedere solo una settimana di flessibilità dopo il 7 mese, o si deve fare per forza tutto l'8°?

E ora la chicca per chiudere: ma come si fa a dire a un collega che DEVE LAVARSI!!!!!! Che schifo! Già è un tipo viscidone che non lo sopporta nessuno, sta sempre al telefono con un tono di voce altissimo che tu che gli stai nella stessa stanza non riesci a lavorare, ora è un paio di settimane che si è aggiunta anche questa puzza schifosa di ascella, già la mattina quando arriva... A e poi rutta! Ma non un ruttino interno, dopo pranzo ogni volta due o tre rutti belli forti, e fa assolutamente finta di niente, nemmeno chiede scusa! Devo dire che lasciare il lavoro per un po' non mi dispiace per niente...

venerdì 25 novembre 2011

I want candy

Sempre per rimanere in tema dieta, o meglio "non ingrassiamo troppo o divento una balena e non torno più come prima":

Ma quanto è goloso il mio Paninetto che appena mangio un cioccolatino scalcia come un ossesso?
Comincia addirittura mentre lo sto scartando! Mi sa che il mio cervello alla vista della cioccolata manda in circolo degli impulsi strani...

giovedì 24 novembre 2011

Momenti belli

Il momento più bello della giornata arriva la sera, quando io e il Maritozzo ci stravacchiamo sul divano, il Paninetto sente che sono bella rilassata e inizia a divertirsi con noi: un mare di pugnetti, calci, testate e via dicendo.
La pancia sembra posseduta e si muove da sola, e noi ci divertiamo a parlargli e a rispondergli con dei colpetti molto lievi, e con delle carezze per fargli sapere quanto lo amiamo già!

Poi il Maritozzo mi aiuta a mettermi l'olio, mi da un bacetto, e la giornata si è conclusa nel migliore dei modi!

Il momento più brutto...beh non ce ne sono molti, direi quando, dopo un'ora di macchina, ho un mal di schiena lancinante!

venerdì 18 novembre 2011

Malinconia?

La settimana lavorativa sta per finire e con il pensiero già sono a lunedì...quando tutti i miei colleghi/capi saranno a Bruxell per 2 giorni per lavoro. E per la prima volta non andrò con loro!
Infatti anche se potrei ancora prendere l'aereo  e se sono in forma, ho deciso, di comune accordo con il mio capo, di rinunciare a questa, e alle prossime, trasferte.
Anche perchè l'ultima volta (un mesetto fa) dopo che sono tornata sono dovuta stare un giorno a letto perchè ero morta e poi per una settimana la sciatica non mi ha dato tregua.
Il problema è che queste trasferte sono molto stancanti, sveglia alle 5 e tutto il giorno di lavoro super intenso!

Mi dispiace di non partire? In realtà un po' di malinconia c'è: per la prima volta mi rendo conto che la mia vita non è più solo mia, che non posso fare come mi pare. E' la prima volta che devo realmente rinunciare a qualcosa. (a parte il sushi e il salame ovvio)

Però dall'altro lato a ogni calcetto la malinconia passa, e vorrei solo che anche il tempo scorresse più veloce, per vedere il mio paninetto!

martedì 15 novembre 2011

Sul treno

Premetto che sto cercando di non approfittare del mio stato di appanzata per saltare le file etc...Magari quando sarò più in là con la gravidanza lo farò, ma per ora non ne sento il bisogno perchè sono in forma e la pancia è piccolina e non mi dà fastidio stare in  piedi.
Però a tutto c'è un limite!

Negli ultimi giorni, per una serie di motivi, ho preso il treno per andare al lavoro, invece della macchina.

Giorno 1:
Al ritorno ero molto stanca, non c'erano posti a sedere e col cavolo che qualcuno si offriva, tutti si giravano e facevano finta di non vedermi. Allora mi sono seduta sui gradini. Un signore distinto sulla quarantina, seduto comodamente sulla sua poltroncina, ha avuto da ridire che ostruivo la il vagone e sembravo una zingara! Io gli ho risposto che ero incinta e che non ce la facevo più a stare in piedi e lui, invece di alzarsi e offrirmi il posto, mi ha detto che se volevo il posto a sedere dovevo arrivare prima alla stazione, come aveva fatto lui, e sbrigarmi a salire.
MA SI PUO'!?!?!?!

Giorno 2:
come al solito nessun posto e nessuno che si alza, allora mi metto tranquilla in piedi a fianco agli scompartimenti.
Signora In Piedi: "Ma perchè non ti siedi cara?"
Brioscina: "Perchè nessuno mi ha offerto il posto!"
Signora In Piedi: "MA POSSIBILE CHE NESSUNO FA SEDERE QUESTA POVERA RAGAZZA INCINTA! E' UNA VERGOGNA. SU SU LEI, SI ALZI E LA FACCIA RIPOSARE!"
Grande signora, protettrice di tutte le impanzate!

Giorno 3:
Arrivo all scompartimento e un uomo e una donna fanno cenno di alzarsi. Peccato che la donna avrà avuto almeno 80 anni, mentre l'uomo 40. Alla fine chi mi ha fatto sedere? La vecchina! Il signore, quando ha visto che era gentilmente offerta lei, si è rispaparanzato sulla poltroncina!

Ma che schifo!

martedì 8 novembre 2011

Coming out!

Ok, lo ammetto, anzi lo scrivo qui pubblicamente, sperando che mi aiuti ad accettarlo e a smetterla.
STO INGRASSANDO TROPPO!!!
Sono ancora nella 25 settimana e ho già preso 10 kg. Considerando che il target per tutti i 9 mesi che mi aveva dato la gine era 12 Kg, direi che sono decisamente fuori target: come faccio a prendere solo 2 kg negli ultimi 3 mesi di gravidanza??? E’ semplicemente impossibile, e credo anche poco salutare per me e per il panino!
Da qualche giorno mi sono rimessa a regime, mi sto portando io un pranzetto salutare in ufficio al posto della mensa e sto cercando di evitare gli stravizi, ma il problema è che ho una fame!
Per dire l’altra sera era il compleanno di una mia amica, e siamo andati in una pizzeria napoletana buonissima. Dopo tutti i fritti avevo la pizza, e sono stata brava ne ho mangiata solo metà. Ma questo solo perché so che “prima” non riuscivo mai a  mangiarne più di un paio di fette se avevo preso i fritti, non perché non avessi fame! In realtà avrei potuto tranquillamente finire la mia pizza e anche prendere un assaggio da quella degli altri!

venerdì 4 novembre 2011

Corso preparto

Ieri ho iniziato il corso preparto.
Non ne sono uscita soddisfattissima, perchè, almeno quella di ieri, è stata più che altro una chiacchierata non organizzata sulle varie domande che sono uscite fuori da noi future mamme. Che tra l'altro eravamo molto intimidite e non è che abbiamo parlato granchè, nè fatto amicizia. Spero che le prossime lezioni saranno più organizzate, e spero di trovare qualche amica panciuta con cui condividere le mie sensazioni, visto che tra le amiche reali non ne ho nessuna che ha avuto o sta avendo un bimbo. Meno male che ci sono i vostri blog!

Insieme ad un'altra ragazza ero la "panza" più indietro, ma preferisco comunque farlo adesso che sono piena di energie che ridurmi all'ultimo momento...

Nota positiva: tranne una, eravamo tutte ragazze abbastanza giovani: avevo paura di trovare tutte mamme più grandi di me, e invece evidentemente l'età in cui si fa il primo figlio si sta riabbassando! (In realtà ho quasi 29 anni, non sono così piccola, ma tra amiche e colleghe sono comunque la più giovane, e di parecchio, che diventerà mamma)

mercoledì 2 novembre 2011

kick-boxing

Eccomi di ritorno dopo un bel weekend lungo di riposo rigenerante. Non che sia andata da nessuna parte, ma a volte anche starsene a casa e staccare con il mondo può fare bene! Un po' di tempo dedicato solo alla mia famiglia, ci voleva proprio.

Nel frattempo il paninetto cresce, e sembra molto deciso a mantenersi in forma già nella pancia: si è dato al kick-boxing!
E' un piacere sentirlo muovere così tanto. La notte soprattutto, non si dà pace, con grasse risate del Maritozzo. Dovete sapere che ora che la pancia è cresciuta un po', per dormire sul lato destro sto usando un cuscinetto come supporto. Invece quando dormo sul lato sinistro, cioè rivolta verso il maritozzo, uso direttamente il suo sedere come supporto!
E lì iniziano le risate, visto che il bimbo lo prende letteralmente "a calci nel sedere" tutta la notte!
Bravo amore mio, hai già capito come trattare tuo padre! :)

martedì 25 ottobre 2011

Ricordi dalla gravidanza…

Ho trovato in un libro un’idea carina, che mi piacerebbe mettere in pratica. Si trovano tantissimi diari da tenere sulla gravidanza, in cui si segna davvero di tutto: misure, voglie foto etc etc. Questo mi sembra un po’ eccessivo, non credo che avrei la voglia di metterci tutto questo impegno. E poi ho già il blog, che è molto più spontaneo e mi piace di più!
L’idea carina che ho trovato è quella di preparare una sorta di memorandum: una lista di cose pratiche e che contraddistinguono la vita di oggi. Certo aspettando un maschietto dubito che lui avrà mai voglia di rivederle, ma a me l’idea piace e poi magari tra svariati anni sarà anche bello andare a rileggerle.
Quindi sto pensando all’elenco di “cose della vita” che non mi voglio scordare di questo periodo:
·         Playlist (canzoni più famose in questi 9 mesi)
·         Film (idem)
·         Libri (idem)
·         Videogiochi
·         Cosa mi piace mangiare
·         Moda: come ci si veste nel 2011?
·         Eventi storici (qui basterà andare su Wikipedia ala fine dell’anno)
·         Quanto costa una pizza
·         posti che ho visitato con lui in pancia
·         CLassifica del campionato di calcio (questo magari gli interesserà)
·         ….
Avete qualche altro suggerimento?

martedì 18 ottobre 2011

Morfologica

Seguira' racconto dettagliato... per adesso va tutto bene, e piu' che una pagnottella e' un panino!

lunedì 17 ottobre 2011

Il vero inizio dell'anno

Ieri il mio "anno" è ufficialmente cominiciato. Si perchè per me il vero anno non inizia a gennaio, o a settembre con il rientro dalle ferie, ma...con l'inizio del campionato di pallavolo (mio e del Maritozzo). Ovviamente per quest'anno solo per il Maritozzo.

Un esordio con una bella vittoria. Oddio, diciamo con una vittoria, poi la bellezza della partita è tutta da riconsiderare, mi stavo addormentando...

Ora la mia routine quotidiana, lavoro-allenamenti-WE partite, è veramente ripartita. Riusciremo ad adattarci quando arriverà la pagnottella?
Intanto ieri quando ero in palestra con tutti i rumori e i palloni la pagnottella si divertiva a fare le "rullate e i tuffi" nella mia pancia! Piccola pallavolista?

Domani morfologica...non sto più nella pelle, speriamo di riuscire a prendere tutto il giorno libero al lavoro!

giovedì 13 ottobre 2011

5 mesi e sport

Dopo averci riflettuto un po’, ed essermi informata sui vari corsi di nuoto/acquagym adatti e consigliati per una donna in gravidanza ho deciso che…non farò proprio un bel niente!
Per una persona ipersportiva come me è stata una scelta difficile, ma alla fine continuando a lavorare non riesco mai a staccare prima delle 18.30, e ci metto un’ora almeno a tornare a casa. Dove poi dovrò cucinare, sistemare etc…
L’idea di infilare in tutto questo anche la piscina mi stressa già solo a pensarci!
Fino all’anno scorso lo facevo, uscita dal lavoro di corsa in palestra, tornavo a casa alle 23.00 e poi cena e nanna. Ora come ora , però, credo che mi faccia più bene tornare a casa e riposarmi dopo il lavoro, piuttosto che cercare a tutti i costi di andare in piscina.
Spero solo di non ingrassare troppo, perché ultimamente ho una fame che non finisce più! (e non ho il coraggio di pesarmi da ben 2 settimane…)
Comunque oggi sono 5 mesi, auguri pagnottella mia!

lunedì 10 ottobre 2011

E' arrivato l'inverno?

Dopo essermi tanto lamentata per il caldo e le temperature praticamente estive, il meteo ha deciso di ascoltarmi e di passare direttamente all’inverno!
Non mi lamento per niente, anzi, pur essendo un tipo molto freddoloso mi piace tanto infagottarmi e soprattutto rubare i maglioni/cappotti di Maritozzo…mi sembra di essere avvolta nel suo abbraccio.
Unica nota negativa è che quando sento la Pagnottella scalciare non riesco più ad accarezzarla direttamente sulla pancia, ma ho sopra 2-3 strati di maglia. Mi sentirà lo stesso?
Intanto, mentre aspetto con ansia la settimana prossima e la morfologica, continuano le discussioni sui nomi: si fanno passi avanti sul nome da femminuccia, abbiamo ristretto il campo a due, mentre sul maschio… beh ancora nessuno dei due si smuove dalle sue posizioni. Una cosa che abbiamo pensato, però, è di non dire a nessuno il nome che sceglieremo fino a che non sarà nato: così abbiamo l’effetto sorpresa e non ci sorbiamo i commenti di turno di chi ha sempre qualcosa da dire (nonni/zie in primis).

giovedì 6 ottobre 2011

blog candy di NINA

Ho deciso di partecipare al blog candy di Nina, per festeggiare il suo compleblog!
Auguri Nina e continua così!

mercoledì 5 ottobre 2011

raffreddore

Zono dudda ghiusa e starnutisco a ripetizione.... Quanto resisterò prima di cedere alla tachipirina?

domenica 2 ottobre 2011

chi mi conosce lo sa

Il titolo del mio blog è una citazione del mio film preferito, Grease, e in particolare riguarda il mio personaggio preferito in assouluto, Rizzo.
Quando Rizzo pensa di essere incinta, lo dice alla sua amica, che lo dice a un suo amico e la voce comincia a spargersi, tutto partendo dalla frase “Rizzo has got a bun in the oven”, espressione americana che significa “Rizzo ha una pagnotta nel forno”, in poche parole, aspetta un bambino.

Avevo dato questo titolo perché volevo che il blog fosse anonimo, ma che contenesse un piccolo riferimento anche a me. Che qualcuno che mi conoscesse davvero e a fondo potesse capire, anche solo dal titolo, che ero io.
Beh quando ho detto ai miei che aspettavamo un bimbo, a parte le lacrime e la gioia iniziale, dopo 10 minuti la reazione di mamma & sorella è stata di mettersi a scimmiottare Grease, rifacendo la scena che vi ho descritto e urlando “Brioscina’s got a bun in the oven!”
Non so se passeranno mai sul blog, e se mi riconosceranno, ma so che come mi conoscono loro, giusto mio marito ci arriva.
Se sarà maschio o femmina è uguale, ma spero di riuscire a ricreare con lui/lei lo stesso bel rapporto che ho con i miei e con mia sorella.
p.s.
Non che siano tutte rose e fiori eh? Sono pieni di difetti e a volte, spesso, sono insopportabili, ma gli voglio tanto bene!

giovedì 29 settembre 2011

addominali-pancina-pancetta

Non resisto alla tentazione di fare la mamma blogger banale, quindi...Beccatevi questa!



le foto ovviamente sono con il telefonino quindi la qualità lascia un po' a desiderare...ma il concetto è chiaro!

martedì 27 settembre 2011

Ancora sul lavoro

Sono stupita, perché tutti quelli che hanno saputo che sono incinta subito mi chiedono quando andrò in maternità anticipata, come se fosse una cosa scontata. E anche quando gli rispondo che sto bene, a loro sembra comunque strano che non “approfitti” della gravidanza per stare a casa.
Ora a parte la questione morale per cui, se non ce n’è bisogno, stare a casa alle spese dello stato mi sembra un po’ un furto, oltre che un bel problema per la tua azienda,  a me non va di stare a casa tutto il tempo!!!
Capisco se uno sta male, o se c’è qualche rischio, o se la situazione al lavoro è difficile perché c’è un po’ di “MUM Mobbing”, ma la cosa che mi fa pensare è che pare che praticamente tutte le donne ormai ne usufruiscano, anche senza motivi reali, e lo ammettono pure.
“No, a me non andava di prendere la macchina tutti i giorni, me ne sono stata a casa”
“Ho deciso di sfruttare un po’ l’azienda”
“ Ma sì che mi importa, mi riposo un po’”
“Ne ho approfittato per andare in palestra e fare il corredino con calma”
“Scusa ma che ti importa, mica erano soldi tuoi!”
Forse è per questo che alla fine siamo discriminate sul lavoro, perché c’è qualcuno che se ne approfitta? E poi magari se stai male davvero neanche ti credono.

lunedì 26 settembre 2011

Un inizio di settimana devastante...

Stamattina avevo la riunione superimportantissima, con i delegati di tutta Europa, quella che deve andare bene per forza.
Per essere sicura di arrivare con largo anticipo, punto la sveglia alle 6.20, con l'obiettivo di uscire di casa alle 7.30.
La sveglia suona e...boh, credo che un fantasma l'abbia spenta, o forse non è mai suonata, fatto sta che io non l'ho sentita.

Per fortuna dovevo fare la pipì, e così ho aperto gli occhi da sola alle 7.25!!!!
Vabeh, sospiro di sollievo, poteva andare perggio, in 10 minuti mi preparo e riesco ad uscire di casa alle 7.40, solo con 10 minuti di ritardo rispetto alla tabella di marcia.

Solo che poi per arrivare in ufficio ci ho messo 2 ore invece della classica 1!!!! maledetto traffico!!!!
Alla fine sono arrivata in ritardo di 40 minuti alla riunione, una figuraccia che non vi dico.
Che bel modo di iniziare la settimana!

venerdì 23 settembre 2011

Scelta del nome - Primo round

Il primo round della grande battaglia per la scelta del nome è finito pari, né io né il maritozzo ci siamo smossi di un millimetro dalla nostra posizione.
Il motivo della discussione “accesa” (a dir poco)?
Se la pagnottella fosse maschio, lui vuole ASSOLUTAMENTE dargli il nome di suo padre.
Io non approvo assolutamente questa tradizione, mi sembra sbagliato dover dare questa importanza ad un nonno piuttosto che ad un altro, o ad un figlio piuttosto che ad un altro. E poi penso che ogni persona sia unica e abbia diritto al SUO nome, che non deve essere scelto solo per onorare una terza persona.
Lui dice che mi sto appigliando a questo solo perché ho paura che poi mio padre sarebbe geloso. Ma io non voglio dargli il nome di mio padre, o di suo zio, o di chiunque, voglio che abbia il suo perché è suo, e non perché è nipote di qualcun altro.
Non so proprio come potrebbe finire la discussione, nessuno dei due vuole cedere!
Consigli? Accetto pareri si apro che contro!
p.s. per chi se lo stesse chiedendo, il nome di suo padre è davvero davvero brutto. Universalmente riconosciuto come brutto, persino dal legittimo proprietario.

lunedì 19 settembre 2011

Eppur si muove

Sabato mattina il maritozzo doveva partire per lavoro, e stare fuori una settimana circa.
La pagnottella ha ben pensato di farlo sentire in colpa (non per niente sta andando a lavorare circondato da donne stupende) e prima che partisse gli ha mollato un bel calcetto!
Che emozione era la prima volta che lo sentivo! Specialmente sabato sera si è dato proprio da fare, secondo me era una chiaro segnale: "mamma io il sabato sera voglio andare a ballare, altro che film sdraiata sul divano"

Ieri invece niente, però la notte durante un temporale che a Roma non se ne vedevano da anni, con tuoni che sembrava ci fossere i fuochi d'artificio, di nuovo si è fatto sentire. Che avesse paura poverino?

venerdì 16 settembre 2011

autunno dove sei?

I giorni in questo periodo mi stanno volando, e sono proprio contenta perché così si avvicina il momento della prossima ecografia!
L’unico problema è che continua a fare tanto tanto caldo, e mi trovo davvero in difficoltà sull’abbigliamento. Avevo deciso di non comprare nulla di estivo, perché mi sembrava uno spreco di soldi comprare dei pantaloni che poi avrei usato al massimo un mesetto. Pensavo che una volta arrivato l’autunno mi sarei potuta comprare qualcosa di premaman di mezza stagione, e poi quest’inverno ovviamente sbizzarrirmi con i maglioni oversize e leggins.
Il problema è che quest’autunno non si decide ad arrivare, mentre la mia pancia continua a crescere!
·         Inizio agosto: pantaloni un po’ strettini, ma si va avanti
·         Fine agosto: pantaloni con un allunga-bottone e magliettina normale
·         Metà settembre: pantaloni con allunga-bottone più elastico per capelli che lo allunga ancora e magliettina larga per coprire la lampo che quasi non si chiude

Secondo me tempo un’altra settimana e i pantaloni e i completi estivi non riuscirò proprio più a metterli, non ci sono elastici o allunghino che tengano.
Ma quando arriva il fresco, i miei pantaloni di mezza stagione mia madre me li ha già allargati, ma con questo caldo come faccio a  metterli!!!
(nel frattempo mi sono comprata un paio di pantaloni estivi normali ma di una taglia più grande in supersaldo, tipo a 6.90€. Ho pensato che anche se poi non li metterò più perché sulle gambe e sul sedere sono enormi, questa spesa ,me la potevo anche permettere!)

martedì 13 settembre 2011

4 mesi tondi tondi e analisi

Oggi la mia panciotta finisce il 4° mese, e il momento tanto atteso sembra un passetto più vicino...

Vi ricordate il mio post in ui parlavo degli ospedali? Beh, oggi ho dovuto ricredermi!
Sono stata a Tor Vergata a fare le analisi (voglio proprio scrivere il nome, mi sembra giusto, si sono meritati un po' di pubblicità), e grazie a un sistema di prenotazioni telefonico mi hanno detto esattamente a che ora presentarmi per pagare.

Io ero un po' scettica, e invece l'appuntamento era alle 8.25 e a me mi hanno chiamato alla cassa alle 8.27, senza bisogno di numerini o altro.
Da lì mi hanno mandato in una stanza dove fanno i prelievi solo alle donne in attesa (e non solo quelle a rischio, tutte!). Tempo di aspettare che finissero le due ragazze prima di me e tac! Fatte le analisi.

Alla fine sono arrivata in ospedale alle 8.21, e alle 9.10 me ne sono andata, compresa anche la colazione al bar seduta con ciambella e cappuccino!

Beh quando le cose funzionano bisogna riconosccerlo!

martedì 6 settembre 2011

Contraddizioni - paraculite

Ultimamente sono proprio strana e incontentabile, fonte inesauribile di contraddizioni che farebbero diventare pazzo chiunque, figuriamoci il maritozzo!
Alcuni esempi:
·         Ci vediamo con amici/parenti/varie ed eventuali.
 “Uffa ma non mi va di stare sempre a rispondere a domande sulla gravidanza, pare che già sono solo la donna incinta e non sono più Brioscina!”
“Eh però che maleducati, non mi hanno nemmeno chiesto niente della pancia e del bimbo, ma non hanno rispetto per me che sono incinta!”
·         In ufficio:
“Guarda che odio, già mi stanno togliendo delle mansioni, non voglio essere trattata in maniera diversa!”
“Uffa amore, venerdì mi hanno fatto fare le 20.00!!! E meno male che sanno pure che sono incinta!”
·         A casa:
“Maritozzo, mamma, guardate che la spesa la posso portare, i piatti li posso lavare, sono solo incinta, e tra l’altro la mia pancia è ancora piccola e non dà fastidio!”
“Maritozzo, come puoi pretendere che apparecchio, non capisci che sono stanca, e poi come puoi chiedermi di sforzarmi in un momento del genere!”

Non so neanch’io se sono gli ormoni o se sono solo attacchi di paraculite acuta…. J

martedì 30 agosto 2011

Comunicare la gravidanza in ufficio

Ormai ho superato il terzo mese da più di due settimane, la pancia è spuntata ed è inequivocabile (vi giuro che è esplosa la notte tra sabato e domenica. Una differenza incredibile dopo un solo giorno!)… Dopo tanto tergiversare è arrivato il momento di dare la buona notizia anche in ufficio.
Anche perché un mio collega sta dando le dimissioni, e le intenzioni del mio capo erano di non sostituirlo, ma semplicemente affibbiare a me anche buona parte del suo lavoro.
E così ho dato la notizia, prima al mio capo, poi ai miei colleghi, poi ai clienti presso  cui lavoriamo.
Devo dire che, almeno apparentemente, l’hanno presa tutti bene, non ci sono state scenate da “mobbing” che un po’ mi mettevano paura. Anzi la nostra cliente, quella che paga per intenderci, si è messa a ridere dicendo che lo aveva già capito, che quando le dicevo che agli aperitivi aziendali non bevevo perché ero sotto antibiotici non ci aveva creduto neanche per un attimo! (d’altronde lei ha due figli)
Quindi ora sono molto più tranquilla, la mia unica paura è che ovviamente hanno deciso di affiancarmi da subito una persona, in modo che, facendo corna, dovessi dover stare a casa da un momento all’altro, ci sarà subito qualcuno in grado di rimpiazzarmi. Ma così già so che presto mi ritroverò senza nulla da fare, perché una volta passate le consegne alla nuova ragazza non ci sarà abbastanza lavoro per due, e io starò lì solo per forma.
Capisco che è l’unica soluzione possibile, anche io fossi stata nel mio capo mi sarei organizzata così, ma è comunque un po’ frustrante l’idea di venire in ufficio a “scaldare la sedia”.  Inoltre il progetto su cui sto lavorando finirà mentre io sarò in maternità, quindi al mio rientro dovrò ricominciare su un progetto completamente nuovo.
In ogni caso di certo non mi posso lamentare, ho sentito tante storie di brutte reazioni in ufficio, e di pressioni non carine, e a me sta andando di lusso. Anzi, probabilmente riuscirò anche a non dover fare più straordinari e riposarmi un po’!
Voi che ne pensate? Che esperienze avete avuto?Quanto avete aspettato prima di dirlo?

venerdì 26 agosto 2011

Traslucenza nucale e bitest

Non voglio spendere troppe parole a parlare del test, avevo un po’ paura ma per fortuna  i risultati sono stati buoni e non c’è bisogno di fare l’amniocentesi.
Quello che mi è rimasto veramente nel cuore è stata l’ecografia che mi hanno fato per misurare la Traslucenza nucale… che emozione, dopo tanto tempo abbiamo visto la pagnottella e..ormai è proprio un ometto/donnina!
Si vedeva bene il profilo con il nasino e la bocca, e le manine con tutte le dita…che dolce, si muoveva tantissimo, sembrava avesse il singhiozzo. E’ stato bravo bravo a starsene sempre nella posizione giusta per farci vedere tutto e misurare quella lunghezza tanto importante per l’analisi, finchè a un certo punto si deve essere stufato e PLOF! Si è girato di spalle e tanti saluti.
Che emozione, mi sono scese le lacrime, anche se avevo un sorrisone stampato in faccia!
Sono contenta perché il maritozzo, sempre Iphone addicted, ha filmato tutto, così ce lo ricorderemo per sempre!

martedì 23 agosto 2011

Cuore di Bimbo – Angel Sound

Un aspetto che apprezzo della mia ginecologa è che non preme per fare troppi controlli e troppe analisi, non vive assolutamente la gravidanza come una malattia, ma come qulacosa di naturale.
Un aspetto che invece non mi piace molto è che proprio per questo motivo non mi fa fare molte ecografie, quindi dopo la prima fatta a 6 settimane, non ho più avuto alcun controllo /eco fino alla 13, quando abbiamo fatto il bitest! SONO 2 MESI, ci rendiamo conto!
Che difficile resistere, e quanta paura che qualcosa laggiù andasse storto senza che ce ne accorgessimo!
Il Maritozzo, appassionato di tecnologia nonchè l’imperatore del regno dell’ ipocondria, non poteva certo restistere così tanto, e così ha scovato su internet una macchinetta infernale che serve per ascoltare il cuore del bimbo http://www.cuoredibimbo.com/
Dopo aver girato diverse farmacie a Roma senza successo, alla fine è riuscito a trovarlo in una farmacia a Follonica, mentre ci trovavamo lì per tre giorni di vacanza.  Ovviamente ha voluto provarlo subito, anche se io ero ancora di 11 settimane e le istruzioni dicevano che prima della 13° difficilmente si poteva sentire qualcosa. E invece…il trattorino si sentiva eccome! Molto netto e ben distinguibile dal mio battito (ci credo andrà come minimo al doppio della velocità)
Che emozione, lo avevamo già sentito il battito ma i primi mesi, col fatto che non c’è la pancia e non si sentono i movimenti sembra tutto così irreale…e invece quel suono è stato come una musica per le nostre orecchie.
Il funzionamento della macchinetta è molto semplice, basta un po’ di gel sulla pancia e poi cercare un po’ col sensore.
Onestamente non saprei se consigliarlo o meno.
Per noi è stato bello sentire il suo cuore, ma una sera  non lo abbiamo sentito e ci ha fatto prendere uno spavento! E invece andava tutto bene, eravamo solo noi che non riuscivamo a trovarlo, probabilmente perché io avevop appena fatto pipì.
E poi io ho sempre un po’ paura delle radiazioni che gli mandiamo. Tutte le ricerche dicono che è innocuo, ma un po’ di dubbio ti rimane sempre.
Certo però che se una persona è molto ansiosa può aiutare a tranquillizzarsi, quindi la mia recensione finale è: facile da usare e non ha un prezzo esagerato, ma da usare con moderazione e non allarmarsi se qualche volta non si trova il battito! In fondo non siamo degli ecografisti, probabilmente il bimbo sta bene, siamo noi che non riusciamo a trovarlo!

lunedì 22 agosto 2011

Da dove cominciare?

Sono state tre settimane di vacanza e di tanto tanto riposo, ma zeppe di novità.
Intanto ho finalmente finito il terzo mese, e i sintomi fastidiosi stanno passando, anche se moolto lentamente. Ma a parte i sintomi sono contenta perché il terzo mese è quello più a rischio, e sapere di averlo passato, e che tutto sta andando bene mi tranquillizza.
E poi la pancia è decisamente spuntata! Probabilmente a chi non mi conosce non sembra la pancia di una ragazza incinta, anche perché per grazia concessa da madre natura la mia pancia, a  spese del sedere,  è sempre stata ultrapiatta anche nei momenti di sovrappeso, ma chi mi conosce bene lo vede eccome che c’è una differenza!
All’inizio del mese abbiamo fatto la Traslucenza Nucale e il bitest, e il maritozzo, che ormai è completamente partito per questa gravidanza, mi ha comprato il “Cuore di Bimbo”, un doppler portatile che ci permette di ascoltate il battito del cuore della nostra pagnottella ogni volta che vogliamo. Ma di tutto questo parlerò in un post a parte,
Questo per quanta riguarda la pagnottella, per quanto riguarda me invece ho fato un bel giretto in Sicilia con il Camper, a godermi un mare cristallino e a mangiare montagne di Arancine…
Certo oggi è proprio dura riprendere il lavoro….

giovedì 4 agosto 2011

in vacanza

Finalmente sono arrivate le tante sospirate ferie, e ci stiamo riposando ben bene (io, il maritozzo e anche la pagnottella nella pancia)...

Buone vacanze a tutti!

mercoledì 27 luglio 2011

malesseri sparsi

Alla fine tutto lo stress al lavoro si è fatto sentire, e mi è arrivata un febbriciattola per niente simpatica!
E poi le nausee, che finora mi avevano lasciato in pace, si sono improvvisamente ricordate di me, e hanno deciso di farmi scontare nelle ultime due settimane del primo trimestre tutto quello che non ho pagato prima!
Mi sento malissimo, e ho la gla talmente rovinata dallo sforzo che ormai non riesco più a ingerire niente di solido. Persino deglutire la saliva mi fa male!

Uffi, non sono neanche in vena di girare per blog, mi sento troppo spossata...

mercoledì 20 luglio 2011

lavoro lavoro lavoro...e una novità

Sono giornate massacranti al lavoro, mi stanno spolpando ben bene prima delle ferie con orari tipo 8-21 e mille scadenze che si sovrappongono.E tanto per non lasciarti libera nemmeno la sera si sono anche inventati svariate cene e aperitivi di lavoro pieni di alcol, nouvelle cousine e cruditè che io non posso mangiare…
Però tra 10 giorni…Adios!
Il brutto è che sono talmente presa dalle cose che devo fare che non ho il tempo di pensare alla mia pagnottella... :( Però ho notato una cosa:
Alcuni pantaloni, che avevo comprato “giusti giusti anzi se perdo un chiletto è meglio” non mi stanno più.
A occhio la pancia non si vede assolutamente, e anche il peso non è aumentato per niente, però la pancia è dura dura, quindi pantaloni che prima stringevano un po’ e non mi davano fastidio, ora non li sopporto più! Piano piano sta iniziando a diventare reale! Non vedo l’ora di avere un po’ di pancetta!

venerdì 15 luglio 2011

manovra contro la famiglia?

,Ora io non è che me ne intendo molto di politica. Non vado a cercare mille approfondimenti, ma leggo i giornali e guardo la tv.
Quello che non capisco è perchè solo ieri sia apparsa la notizia che la nuova manovra fiscale colpirà le agevolazioni alla famiglia: famiglie con bambini a carico, asili nido, spese per l'istruzione, mutui...

Io e mio marito abbiamo fatto molti sacrifici per riuscire a comprare una casetta, e ce l'abbiamo fatta solo grazie all'aiuto dei nostri genitori, e, ovviamente, accendendo un mutuo. Decidere di fare un figlio è stata una decisione molto ragionata, soprattutto dal punto di vista economico. E' triste dirlo, ma conosco altre coppie nella nostra situazione, che pur avendo un lavoro non si sentono in grado di fare un figlio perchè semplicemente non ce la farebbero a mantenerlo.
E ne conosco altre che hanno un lavoro, ma non abbastanza sicuro, oppure lo stanno ancora cercando, e quindi ancora non si sposano/vanno a convivere perchè hanno troppa paura di ritrovarsi senza nulla.

Lo stato dovrebbe aiutare i giovani, sostenerli, perchè noi siamo il futuro! Siamo un paese con crescita demografica inesistente, ma per forza! Come facciamo ad andare avanti con le nostre forze!

Già la situazione lavoro è ridicola, ora ci si mettono anche loro a togliere quelle poche agevolazioni che c'erano. Qui mi sembra che si colpiscono sempre i soliti, altro che colpire anche quelli di prima classe come dice Tremonti.

Sono sempre più convinta che me ne voglio andare da questo paese!

giovedì 14 luglio 2011

Anto' fa caldo...

Devo ammettere di non essere una persona che ama tantissimo  l'estate. Amo le vacanze, amo prendermi una pausa dal lavoro, ma il caldo, quello no, non lo sopporto proprio.

Io con il caldo divento una specie d'ameba, sono apatica, non mi va di fare niente, ma poi mi sento nervosa perchè non concludo niente, ma non ho la forza o la voglia di iniziare a scuotermi. Ho reso l'idea?

Poi devo dire che non sono ipercritica verso il mio fisico, ma nemmeno mi piaccio tantissimo: i vestitini, le gonnelline e i toppini estivi mi mettono un po' a disagio, troppa mercanzia scoperta, e divento goffa e non li so portare. Poi i capelli mi danno fastidio, mi fanno sudare e porterei sempre il mollettone.

Vabeh tutto questo per dire che in questi giorni a Roma, e da quanto dicono anche nel resto d'Italia, fa caldo, Caldo con la C maiuscola, e io mi sento proprio sottosopra. Sarà la pressione bassa, sarà l'umore...ma in questi giorni sto soffendo proprio.

Mettiamoci pure che il Maritozzo è via con il campo scuola, si gode il bel mare della Puglia mentre io sto qui a squagliarmi...

Uff un post sconclusionato come sono io in questo periodo, ma è colpa del caldo che mi abbacchia!

lunedì 11 luglio 2011

Gravidanza estiva

Ma quant’è bello essere incinta d’estate?
Almeno parlando del primo trimestre:
·         Sono ancora magra
·         Ho le tette più grandi che io abbia mai avuto: ho potuto togliere l’imbottitura dal costume!
·         NON HO MESTRUAZIONI PER TUTTI E TRE I MESI!
Ok qualche contro c’è…non posso mangiare le mega-insalatone che mi piacciono tanto al bar della spiaggia, né il mio adorato  prosciutto crudo/salame/bistecca, ogni tanto ho le nausee, non posso giocare a beach volley, fare immersioni o andare a cavallo… MA LE TETTE RIPAGANO TUTTO!

martedì 5 luglio 2011

Week end a Madrid

Siamo appena tornati dalla nostra prima vacanza in 2 e 1/2 :)
Siamo stati proprio bene, ci voleva un po' di stacco dalla vita di tutti i giorni!

Madrid é una città proprio carina, non saprei dire se c'è stato un monumento che mi ha colpito in particolare, quello che mi è piaciuto è stato passeggiare per le strade con quei palazzi così belli e curati, vedere la gente in giro a tutte le ore, respirare la voglia di videre. E' proprio vero che lì hanno tutta un'altra voglia di divertirsi: vi dico solo che a un cerot punto uno ha acceso uno stereo vecchio stile (tipo jovanotti) a Puerta del Sol: tempo due minuti e tutti hanno inziato a ballare la salsa!


Abbiamo mangiato come due maialini, e condito il tutto con litri di Cerveza (solo acqua minerale per me) Sembrava che ci fosse un localino tipico per ogni ora del giorno: prima i churros, poi i boquadillos, poi las tapas, poi las patatas bravas...oltre ovviamente a pranzo e cena ihih.


Una nota di colore: sabato siamo capitati in mezzo al GAY PRIDE! Una sfilata enorme con gente che ballava e manifestava pacificatamente per i diritti dei Gay, con personaggi vestiti in modo...strano?


Devo dire che, a parte quello che uno può pensare o meno sul matrimonio o sull'adozione dei Gay, la manifestazione è stata davvero civile e divertente: tutti ballavano e bevevano, ma non ci sono state risse, e nessuno dava fastidio: tutti volevano solo divertirsi.
E poi una nota di merito sull'organizzazione: a seguire l'utlimo carro c'era una squadra di pulitori che due minuti doo che la sfilata passava ripuliva completamente tutte le strade. Non ci trovavi nemmeno un mozzicone di sigaretta e l'asfalto lo lavavano con l'acqua per togliere eventuali resti di cocktail rovesciati!
E' stato sicuramente un fuori programma, ma alla fine ci siamo divertiti anche lì!

Speriamo di ripetere presto con un altro WE, intanto vi lascio due suggerimenti caso mai doveste passare nei dintorni di Madrid:
-Cioccolateria San Gines: churros e cioccolata calda da svenire, aperti anche tutta la notte
-Cerveceria 100 montaditos: una scelta di 100 minipanini buonissimi, e soprattutto molta scelta anche per chi come me non può mangiare il prosciutto crudo o la verdura cruda!

venerdì 1 luglio 2011

Primi sintomi di gravidanza

Seno gonfio e dolente: ce l’ho
Capezzoli a Torre Eiffel: ce l’ho (Sfolli ho copiato il tuo termine perché è veramente azzeccato!)
Nausea: poca poca e per momenti molto brevi, però senza distinzione tra mattina e pomeriggio
Fame: non ho fame in ogni momento della giornata, ma quando arriva l’ora di mangiare altro che brontolarmi lo stomaco, mangerei anche un bue! Mi brucia proprio, ho tempo 10 minuti per cucinare e poi impazzisco!
Pipì: già adesso non riesco a finire una nottata senza alzarmi, non voglio immaginare cosa succederà dopo
Pupù: nota dolente…
Capelli pazzi: io ho sempre avuto i capelli lisci lisci lisci, mai servita la piastra, e per farmeli a boccoli ci volevano 3 ore di lavoro dal parrucchiere e dopo due ore ero punto a capo. Ora se non me li asciugo con phon e spazzola  sono tutti mossi e abboccolati. Non so se è un sintomo di gravidanza, ma io l’ho notato ed è iniziato da massimo un paio di settimane,  quindi lo scrivo, non sia mai a qualcun’altra è capitato!
E voi? Che sintomi avete notato?

martedì 28 giugno 2011

Battito

Che emozione ieri pomeriggio, avevo paura che tu non ci fossi, che qualcosa fosse andato storto... E invece eri lì, minuscolo, con la tua casettina e il tuo cuoricino che batteva veloce veloce.
E anche se eri solo un amacchiolina su uno schermo, anche se ancora non ti sento perchè hai deciso di fare il bravo e di nausee non me ne fai venire, ora sono proprio sicura che ci sei. Dovevi vedere il tuo papà come era emozionato!

Ora spero solo che il tempo passi veloce, così che contiuerai a crescere bene e la prossima volta potrò vederti un po' meglio, e già mi sembrerai un apersoncina e non più un gamberetto! Nel frattempo mi prometto che ocntinuerò a prendermi cura di te, e a rinunciare a tutte quelle cose buone buone che mi piacciono...

lunedì 27 giugno 2011

buon inizio settimana

Oggi si ricomincia la settimana, con un sorriso in più.

In primis perchè oggi pomeriggio finalmente si va a fare l'ecografia,
poi perchè mercoledì a Roma è festa e quindi NON SI LAVORA,
e poi perchè, se la doctor ci dà l'ok, venerdì si parte per un bel WE a Madrid!

Certo però che da una parte è una sfiga, vado a Madrid e non posso mangiare nemmeno il famoso Jamon, e non mi posso bere nemmeno una Cerveza o un Mojito! Mi butterò sui Churros (anche se on questo caldo...)
Uff...
Avete qualche suggerimento su posticini carini a Madrid?

PS
Ieri giornata molto fruttuosa dal piunto di vista casa, abbiamo comprato qualche altro mobiletto...e poi mentre li montavamo mi è capitato in sottofondo questo programma di MTV: una specie di via di mezzo tra Tammareide, Grande Fratello e "Truzzi in vacanza". Ma che roba è?????

giovedì 23 giugno 2011

Ma voi quanto ci pensate?

Sto cercando in tutti i modi di non far girare i miei pensieri solo intorno alla gravidanza. Cerco di impegnarmi al lavoro, di pianificare le vacanze, di uscire e di comportarmi come se la mia vita non stesse per cambiare in maniera radicale.
Ma questo non toglie che quello che sta succedendo è spesso al centro dei miei pensieri.
Al lavoro ad esempio: generalmente nella mia compagnia ci vengono assegnati progetti che durano circa un anno. Io ne ho iniziato uno da poco, emi è difficile trovare gli stimoli ad impegnarmi, sapendo che non ci sarò fino alla fine del progetto… E che quando rientrerò ne inizierò uno diverso…
Anche le vacanze, e ogni tipo di pianificazione: come faccio a non pensare che tra 9 mesi tutto sarà diverso? Ma allo stesso tempo, è troppo presto per essere sicuri che tutto andrà bene, e il mondo va avanti, io non posso solo fermarmi ad aspettare.
E poi quanto tempo pensare a ciò che sta accadendo? Per me il momento critico è quando ho dei tempi morti in ufficio, o la sera dopo cena. In pratica o sono molto impegnata, o penso alla pagnottella nella mia pancia. E di certo mia madre non aiuta, visto che ormai ha un unico argomento di conversazione.
Che dite è normale? Voi quanto ci pensate /pensavate?

lunedì 20 giugno 2011

OggiAMO

Partecipo con piacere all’iniziativa di Nina
arriva l'estate... e OggiAMO:
appisolarmi in camera con la finestra aperta al tramonto, sentire la brezza che entra e sposta le tende
il the freddo con dentro la granita al limone
uscire dal lavoro e avere ancora voglia di uscire, di vedere gente, di vivere
la sensazione del pallone da beach volley sulla mano
tornare in luoghi familiari, ma che vedo solo d’estate
la sensazione di essere in pausa tra un anno e l’altro, in cui tutto può succedere e tutto può cambiare
la spiaggia al tramonto

Una domenica di relax

Ieri, dopo tantissimo tempo, ci siamo ritagliati una giornata solo per noi senza fare nulla… Che bellezza finalmente! Con il trasloco e i lavori a casa, ormai da un paio di mesi anche il sabato e la domenica ci dovevamo alzare presto e, a scelta, lavorare a casa o andare in giro per mobilifici/ ikea/ leroy merlin.
Invece ieri abbiamo semplicemente deciso di non puntare la sveglia ( ci siamo alzati bella mente alle 11.30!) e di passare tutta la giornata a poltrire a casa, godendoci il divano nuovo!
Il maritozzo giocava alla playstation, io leggevo tranquilla il libro di machedavvero….
E’ vero che forse abbiamo sprecato una giornata in cui potevamo andare a comprare i lampadari o sistemare il contenuto degli ultimi scatoloni, ma secondo me ci ha fatto proprio bene staccare un po’ la spina!

venerdì 17 giugno 2011

Perché odio gli ospedali

E’ ovvio che gli ospedali sono sempre posti tristi, e che non piacciono a nessuno, perché evocano malattie e momenti difficili per tutta la famiglia.
Ma quello che mi da più fastidio negli ospedali, almeno nella mia città. È la totale mancanza di organizzazione, rispetto per i tempi, rispetto per le persone. E’ un infierire continuo su persone che già sono stanche, preoccupate, malate.
Tanto per raccontare l’episodio più recente: Ieri dovevo far e le analisi del sangue varie per l’inizio della gravidanza all’ospedale X. Indovinate quanto ci ho messo?
4 ORE!!!!! Aspettate, lo ripeto: QUATTRO ORE! Per un prelievo!
Già sono rimasta male che le donne incinta non avessero la precedenza, ma mai avrei potuto immaginare che ci avrei messo così tanto a fare un cavolo di prelievo. 
C’erano un centinaio di persone, tra cui molti anziani e molte donne in gravidanza, che senza colazione hanno dovuto aspettare fino a mezzogiorno, dalle sette e mezza che erano lì. Oltre al fatto che per noi che lavoriamo questo ha significato prendere mezza giornata di ferie/permesso.
Voglio dire, ma se avete tutto questo afflusso, perché non mettete più persone a farli! Oppure distribuite i bigliettini solo fino a un certo numero e poi chiudete. Io mi rendo conto che chi lavora in ospedale ha bisogno di fare la pausa caffè (di mezz’ora? E poi 3 pause caffè in una mattina?), e di andare al bagno etc… Però anche loro si devono rendere conto delle esigenze delle persone e dei malati che non possono aspettare tutto questo tempo.
E pensare che avevo scelto questo ospedale perché i n quello Y in cui ero andata un’altra volta avevo dovuto aspettare 2 ore e mezza pur avendo il bigliettino prioritario.
E questo è solo uno degli episodi che potrei raccontare…
Che nervi….

mercoledì 15 giugno 2011

Ancora non ci credo

Sono giorni proprio strani, in cui la testa vaga continuamente da una parte all’altra, ed è difficle riuscire a concentrarsi.
Sia io che il maritozzo passiamo da momenti di euforia a momenti di puro terrore in cui ci chiediamo se non ci siamo imbarcati in qualcosa di più grande di noi!
Io poi sono particolarmente lunatica perché al momento non sento assolutamente nessun tipo di sintomo, a parte il seno un po’ gonfio, e quindi ho una gran paura che in realtà i test siano solo dei falsi e che tra poco arriverà qualcuno e mi dirà che abbiamo solo scherzato!
Sono andata dalla mia ginecologa di fiducia, ma non mi ha ancora visitato, e ha rimandato tutto a quando faremo la prima ecografia in cui si dovrebbe già sentire il cuore. Ma ora vorrei tanto avere qualche prova in più che sia vero! Mi verrebbe quasi da andare a fare le beta tutti i giorni per seguire l’evoluzione degli ormoni!
Comunque che bellino, il girino dovrebbe nascere il giorno di San Valentino J

lunedì 13 giugno 2011

quando si dice non pensarci...

In attesa di andare dal medico stasera, in attesa di riordinare tutte le emozioni che provo, un aneddoto divertente:

Si dice che sia più facile rimanere incinta quando non ci si pensa.
 Beh io la settimana scorsa sono andata al supermercato, e visto che c'era una bella offerta speciale, ho fatto una scorta gigantesca di assorbenti. Non avevo proprio pensato che potessero non servirmi per un po'!
E ora che ci faccio????

giovedì 9 giugno 2011

Spring to summer candy

Partecipo con molto piacere, e con le dita incrociate, a questo candy di Verde Salvia, perchè mi è piaciuta molto la sua idea di come assegnare il premio...
Curiose? allora andate a leggervelo (ma non partecipate o diminuiscono le mie probabilità di vittoria)

martedì 7 giugno 2011

Voltafaccia

Quando abbiamo annunciato il matrimonio:
“ Ma perché sei incinta? Ma che bello! A come non sei incinta? Ma sei sicura? Ma sicura sicura? Peccato sarebbe stato bello…”
Dopo un annetto di matrimonio:
“Figli? Ma che siete matti? Noooo vi conviene aspettare, ora è troppo presto, no no dovete aspettare”
Non capisco se la gente è rimbecillita o se è psicologia a rovescio: mi dicono di aspettare perché in realtà sperano che per spirito di contraddizione mi sbrigo?

mercoledì 1 giugno 2011

Un po’ di invidia

L’altra sera siamo stati a una cena a casa di amici, e c’era anche una coppia che conosciamo con il loro pupetto di 2 mesi…inutile dire che me lo sono spupazzato tutta la sera, riuscendo anche a farlo addormentare! (pura fortuna ovviamente, io con i bimbi sono una frana, ma spero di migliorare)
Devo ammettere che li ho un po’ invidiati, sono così carini e felici e mi piace come stanno affrontando la lro vita a tre. 
All’inizio li reputavo un po’ incoscienti, dopo 3 mesi che si conoscevano hanno deciso di sposarsi e di fare un figlio, così subito. Talmente subito che il figlio è arrivato al primo tentativo, e quindi prima del matrimonio, al momento rimandato per aspettare di rientrare nel vestito da sposa!
Da incoscienti stanno anche crescendo questo bambino, ma stavolta in senso buono: senza troppe paranoie su orari, senza disperarsi quando non li fa dormire, prendono tutto un po’ alla giornata, ma alla fine sono rilassati e sereni anche con un neonato al seguito. Ho visto neomamme rischiare l’esaurimento perché il piccolo non dormiva, mangiava poco o perché faceva gni invece che gne. Avevano smesso qualsiasi tipo di vita sociale, votate completamente al loro cucciolo. Che per carità, se lo vuoi fare va benissimo, però se questa cosa di essere solo mamma ti sta stretta, almeno provaci a conciliare le due cose!
 Loro assecondano molto i ritmi del bambino, non gliene importa nulla della casa in disordine o del parrucchiere saltato, e alla fine sono tanto contenti e fanno un po’ quello che gli pare.
Non so se è solo una facciata, ma spero, quando arriverà il momento, di riuscire anch’io a essere così libera da pensieri e paure. Magari senza arrivare ai loro livelli, ma trovando un giusto equilibrio.
Intanto sono un po’ invidiosa e incrocio le dita perché anche a noi vada tutto bene.

martedì 31 maggio 2011

Trasloco finito!

Sono riuscita, non so come, a superare questo WE di trasloco intera (anche se con tutte le unghie spezzate e il mal di schiena L)
Il lavoro da fare è stato estenuante, anche perché abbiamo iniziato il trasloco che i lavori non erano ancora completamente finiti, quindi alla fine l’organizzazione è stata:
·         suocero che finiva i lavori una stanza per volta
·         mia madre che man mano che si finiva un angoletto si metteva a pulire e lo sigillava
·         io e Maritozzo che nel frattempo abbiamo inscatolato e trasportato tutti i nostri averi
Davvero non pensavo che in una casa piccola come quella dove eravamo prima potesse esserci tanta roba!
Però anche se faticoso è stata davvero una soddisfazione poter dormire per la prima volta a casa mia (ok sul divano letto, il letto ancora non ce l’ho), cucinare una cena nella mia cucina, sistemare il mio armadio! In fondo erano due anni e passa che stavamo cercando una casa nostra, direi che ce la siamo proprio meritata!
Aneddoto divertente: ieri sera prima cena a casa, e decido di fare la pasta all’amatriciana. Tutto bene se non fosse che arrivato il momento di servire in tavola… mi sono accorta di non avere lo scolapasta! Ho dovuto ripescare i rigatoni uno a uno con la forchetta!!!!

mercoledì 25 maggio 2011

Trasloco

Questo WE finalmente potremo traslocare nella casetta nuova (anche se completamente vuota: dobbiamo ancora comprare tutti i mobili).
Io sono un po’ spaventata: ho iniziato a fare gli scatoloni, ma non ho idea di come organizzarmi, di come fare per le pulizie, di cosa lasciare fuori fino all’ultimo minuto… Non so da che parte cominciare!
Credo che sarà un WE MOOOLTO intenso!

lunedì 23 maggio 2011

Malinconia di fine stagione

Ogni anno, di questa stagione, mi arriva sempre un po’ di malinconia. Sarà perché per me la vera fine dell’anno è giugno e non dicembre (eredità della scuola), sarà perché comunque tutte le attività extralavorative in questo periodo finiscono, ma tendo sempre a fare un bilancio di come sta andando la mia vita e di cosa vorrò fare da settembre in poi.
Quest’anno i miei pensieri si concentrano molto su quello che è una delle mie grandi passioni, la pallavolo.
La stagione appena finita è stata molto dura, sia dal punto di vista fisico, con infortuni piccoli ma frequenti, sia dal punto di vista tempo: ormai che lavoro con ritmi sostenuti e ho una mia casa da gestire non sono più in grado di sostenere i ritmi di allenamento che ho avuto finora.  Sono arrivata alla fine affaticata e anche un po’ stufa, e avevo deciso che avrei smesso di giocare, perché mi porta via davvero troppo tempo, tempo rubato al rapporto col maritozzo e alle amicizie, e a cui mi scoccia rinunciare.
Però. Però ieri c’è stata l’ultima partita, e mi sono divertita da matti come sempre. Però io senza questo sport non mi ci so vedere. Però penso che invece di stare in palestra starò a casa a riordinare e guardare la televisione.  Però l’unico momento in cui riesco davvero a staccare da tutto è quando gioco…
 La decisione che avevo preso comincia a vacillare. Non so proprio cosa fare, perché tutto quello che metto sull’altro piatto della bilancia (tempo libero, soldi risparmiati, spalla e schiena non più sempre doloranti)  non riesce a compensare la mia passione. E vedere le mie amiche che cominciano a cercare una squadra per l’anno prossimo non mi aiuta, non riesco a pensare che a settembre loro ricominceranno e io no.
C’è solo una cosa per cui smetterei volentieri, e cioè se riuscissi a rimanere incinta: in questo caso non mi peserebbe per niente. Però non è che si decide col telecomando, magari passerà del tempo prima che succederà, e io nel frattempo che faccio?
Uffa come è difficile scegliere!

giovedì 19 maggio 2011

One lovely blog award

So che è solo una piccola segnalazione,  ma FedericaSole mi ha assegnato questo premio e io ne sono stata tanto contenta! Grazie!


Le regole dei premio sono:
·                     linkare la persona da cui hai ricevuto il premio;
·                     raccontare 7 cose su di te;
·                     premiare 10 blog e avvisare le blogger che riceveranno il premio.

Ecco le 7 cose di me:
·         Amo la cioccolata. Quando la vedo non capisco più niente, se ho qualcosa al cioccolato a casa (merendine, biscotti, tavolette, cioccolatini) non dura mai più di due giorni. In genere la finisco tutta oppure la butto, perché quando ti finisci mezza scatola di merendine in una sera capisci che è meglio buttarle che continuare così.
·         Sono un’inguaribile ottimista. Vedo sempre il meglio in ogni situazione, e in ogni persona. E’ più forte di me, Pollyanna mi fa un baffo
·         Odio parlare al telefono. Mi imbarazza, non so mai cosa dire. Già mi scoccio a parlare con chi conosco, telefonare in qualche posto per chiedere informazioni/prenotare è una tortura
·         Mi piacerebbe tanto andare a vivere in Inghilterra
·         Quando parto per un viaggio in genere ho un’organizzazione maniacale: so quello che farò in ogni momento della giornata, dove mangiare, quanto tempo fermarmi a vedere ogni cosa, quanto riposarmi, quanto tempo per farmi la doccia etc.
·         Mio marito ama i viaggi “improvvisati”. Il suo più grande divertimento in viaggio è scombinare i miei piani. Devo ammettere che però quando mi fa fare queste cose improvvisate alla fine mi diverto di più. Ma tanto non smetto di fare programmi
·         Amo la pallavolo. Il mio lavoro ideale sarebbe stato la giocatrice di pallavolo, purtroppo sono una schiappa e ho dovuto ripiegare su altro… Maledetto Mila & Shiro, mi ha traviato da piccola!

Ed ecco i blog:
1.       NV80
2.       R
3.       Marlene
4.       Seavessi
5.       Yaya
6.       Corie
7.       LadyBug
8.        Nina
9.        gnappetta
10.   LaFrancy