Lilypie - Second Birthday

martedì 30 agosto 2011

Comunicare la gravidanza in ufficio

Ormai ho superato il terzo mese da più di due settimane, la pancia è spuntata ed è inequivocabile (vi giuro che è esplosa la notte tra sabato e domenica. Una differenza incredibile dopo un solo giorno!)… Dopo tanto tergiversare è arrivato il momento di dare la buona notizia anche in ufficio.
Anche perché un mio collega sta dando le dimissioni, e le intenzioni del mio capo erano di non sostituirlo, ma semplicemente affibbiare a me anche buona parte del suo lavoro.
E così ho dato la notizia, prima al mio capo, poi ai miei colleghi, poi ai clienti presso  cui lavoriamo.
Devo dire che, almeno apparentemente, l’hanno presa tutti bene, non ci sono state scenate da “mobbing” che un po’ mi mettevano paura. Anzi la nostra cliente, quella che paga per intenderci, si è messa a ridere dicendo che lo aveva già capito, che quando le dicevo che agli aperitivi aziendali non bevevo perché ero sotto antibiotici non ci aveva creduto neanche per un attimo! (d’altronde lei ha due figli)
Quindi ora sono molto più tranquilla, la mia unica paura è che ovviamente hanno deciso di affiancarmi da subito una persona, in modo che, facendo corna, dovessi dover stare a casa da un momento all’altro, ci sarà subito qualcuno in grado di rimpiazzarmi. Ma così già so che presto mi ritroverò senza nulla da fare, perché una volta passate le consegne alla nuova ragazza non ci sarà abbastanza lavoro per due, e io starò lì solo per forma.
Capisco che è l’unica soluzione possibile, anche io fossi stata nel mio capo mi sarei organizzata così, ma è comunque un po’ frustrante l’idea di venire in ufficio a “scaldare la sedia”.  Inoltre il progetto su cui sto lavorando finirà mentre io sarò in maternità, quindi al mio rientro dovrò ricominciare su un progetto completamente nuovo.
In ogni caso di certo non mi posso lamentare, ho sentito tante storie di brutte reazioni in ufficio, e di pressioni non carine, e a me sta andando di lusso. Anzi, probabilmente riuscirò anche a non dover fare più straordinari e riposarmi un po’!
Voi che ne pensate? Che esperienze avete avuto?Quanto avete aspettato prima di dirlo?

10 commenti:

LaFrancy ha detto...

sii felice di questa ottima reazione... io ho iniziato la gravidanza con una lite via raccomandata col mio capo... :(

Gnappetta ha detto...

Fin quando sono stata in ufficio sono stati tutti sorrisi e miele...poi lasciamo perdere...soprattutto con la Zitella. Stavolta a Capo dovrò portare i sali per rianimarlo. ;)

Brioscina ha detto...

Si infatti credo che dietro le spalle me ne stiano dicendo di tutti i colori... peggio per loro!

cooksappe ha detto...

per fortuna qui non ci sono uteri al lavoro! :P

barbabella ha detto...

io spero solo non mi licenzino dopo ... mi era stato chiesto di non fare più figli :( ...

Brioscina ha detto...

@cooksappe: mmm dici che è una fortuna?
@barbabella: non ci credo? ma poi sbaglio o ne hai solo un'altra? Non è che ne hai fatti 10!

barbabella ha detto...

@brioscina .. purtroppo si :( .. ma è la terza volta che sto in maternità anticipata (più un altra lunga assenza per una grave malattia)... quindi per loro sono "scomoda"
comunque ti posso assicurare che mi era proprio stato chiesto di fermarmi :( ... ed io a volte mi sento anche in colpa ..
va beh .. poi vedremo ...

Brioscina ha detto...

ho capito, sicuramente sei stata sfortunata e sei dovuta stare a casa parecchio, ma non vedo come qualcuno possa avere avuto il coraggio di dirti chiaramente una cosa del genere.
Magari pensarlo sì, perchè in fondo il tuo capo pensa ai suoi interessi e si sarà detto "Speriamo che si ferma", ma addirittura chiedertelo! E sapendo poi come è andata a finire l'altra volta!
Hai tutta la mia solidarietà!

Brioscina ha detto...

Barbabella, non riesco a commentare il tuo blog!

barbabella ha detto...

?? come mai? :(