Lilypie - Second Birthday

martedì 30 agosto 2011

Comunicare la gravidanza in ufficio

Ormai ho superato il terzo mese da più di due settimane, la pancia è spuntata ed è inequivocabile (vi giuro che è esplosa la notte tra sabato e domenica. Una differenza incredibile dopo un solo giorno!)… Dopo tanto tergiversare è arrivato il momento di dare la buona notizia anche in ufficio.
Anche perché un mio collega sta dando le dimissioni, e le intenzioni del mio capo erano di non sostituirlo, ma semplicemente affibbiare a me anche buona parte del suo lavoro.
E così ho dato la notizia, prima al mio capo, poi ai miei colleghi, poi ai clienti presso  cui lavoriamo.
Devo dire che, almeno apparentemente, l’hanno presa tutti bene, non ci sono state scenate da “mobbing” che un po’ mi mettevano paura. Anzi la nostra cliente, quella che paga per intenderci, si è messa a ridere dicendo che lo aveva già capito, che quando le dicevo che agli aperitivi aziendali non bevevo perché ero sotto antibiotici non ci aveva creduto neanche per un attimo! (d’altronde lei ha due figli)
Quindi ora sono molto più tranquilla, la mia unica paura è che ovviamente hanno deciso di affiancarmi da subito una persona, in modo che, facendo corna, dovessi dover stare a casa da un momento all’altro, ci sarà subito qualcuno in grado di rimpiazzarmi. Ma così già so che presto mi ritroverò senza nulla da fare, perché una volta passate le consegne alla nuova ragazza non ci sarà abbastanza lavoro per due, e io starò lì solo per forma.
Capisco che è l’unica soluzione possibile, anche io fossi stata nel mio capo mi sarei organizzata così, ma è comunque un po’ frustrante l’idea di venire in ufficio a “scaldare la sedia”.  Inoltre il progetto su cui sto lavorando finirà mentre io sarò in maternità, quindi al mio rientro dovrò ricominciare su un progetto completamente nuovo.
In ogni caso di certo non mi posso lamentare, ho sentito tante storie di brutte reazioni in ufficio, e di pressioni non carine, e a me sta andando di lusso. Anzi, probabilmente riuscirò anche a non dover fare più straordinari e riposarmi un po’!
Voi che ne pensate? Che esperienze avete avuto?Quanto avete aspettato prima di dirlo?

venerdì 26 agosto 2011

Traslucenza nucale e bitest

Non voglio spendere troppe parole a parlare del test, avevo un po’ paura ma per fortuna  i risultati sono stati buoni e non c’è bisogno di fare l’amniocentesi.
Quello che mi è rimasto veramente nel cuore è stata l’ecografia che mi hanno fato per misurare la Traslucenza nucale… che emozione, dopo tanto tempo abbiamo visto la pagnottella e..ormai è proprio un ometto/donnina!
Si vedeva bene il profilo con il nasino e la bocca, e le manine con tutte le dita…che dolce, si muoveva tantissimo, sembrava avesse il singhiozzo. E’ stato bravo bravo a starsene sempre nella posizione giusta per farci vedere tutto e misurare quella lunghezza tanto importante per l’analisi, finchè a un certo punto si deve essere stufato e PLOF! Si è girato di spalle e tanti saluti.
Che emozione, mi sono scese le lacrime, anche se avevo un sorrisone stampato in faccia!
Sono contenta perché il maritozzo, sempre Iphone addicted, ha filmato tutto, così ce lo ricorderemo per sempre!

martedì 23 agosto 2011

Cuore di Bimbo – Angel Sound

Un aspetto che apprezzo della mia ginecologa è che non preme per fare troppi controlli e troppe analisi, non vive assolutamente la gravidanza come una malattia, ma come qulacosa di naturale.
Un aspetto che invece non mi piace molto è che proprio per questo motivo non mi fa fare molte ecografie, quindi dopo la prima fatta a 6 settimane, non ho più avuto alcun controllo /eco fino alla 13, quando abbiamo fatto il bitest! SONO 2 MESI, ci rendiamo conto!
Che difficile resistere, e quanta paura che qualcosa laggiù andasse storto senza che ce ne accorgessimo!
Il Maritozzo, appassionato di tecnologia nonchè l’imperatore del regno dell’ ipocondria, non poteva certo restistere così tanto, e così ha scovato su internet una macchinetta infernale che serve per ascoltare il cuore del bimbo http://www.cuoredibimbo.com/
Dopo aver girato diverse farmacie a Roma senza successo, alla fine è riuscito a trovarlo in una farmacia a Follonica, mentre ci trovavamo lì per tre giorni di vacanza.  Ovviamente ha voluto provarlo subito, anche se io ero ancora di 11 settimane e le istruzioni dicevano che prima della 13° difficilmente si poteva sentire qualcosa. E invece…il trattorino si sentiva eccome! Molto netto e ben distinguibile dal mio battito (ci credo andrà come minimo al doppio della velocità)
Che emozione, lo avevamo già sentito il battito ma i primi mesi, col fatto che non c’è la pancia e non si sentono i movimenti sembra tutto così irreale…e invece quel suono è stato come una musica per le nostre orecchie.
Il funzionamento della macchinetta è molto semplice, basta un po’ di gel sulla pancia e poi cercare un po’ col sensore.
Onestamente non saprei se consigliarlo o meno.
Per noi è stato bello sentire il suo cuore, ma una sera  non lo abbiamo sentito e ci ha fatto prendere uno spavento! E invece andava tutto bene, eravamo solo noi che non riuscivamo a trovarlo, probabilmente perché io avevop appena fatto pipì.
E poi io ho sempre un po’ paura delle radiazioni che gli mandiamo. Tutte le ricerche dicono che è innocuo, ma un po’ di dubbio ti rimane sempre.
Certo però che se una persona è molto ansiosa può aiutare a tranquillizzarsi, quindi la mia recensione finale è: facile da usare e non ha un prezzo esagerato, ma da usare con moderazione e non allarmarsi se qualche volta non si trova il battito! In fondo non siamo degli ecografisti, probabilmente il bimbo sta bene, siamo noi che non riusciamo a trovarlo!

lunedì 22 agosto 2011

Da dove cominciare?

Sono state tre settimane di vacanza e di tanto tanto riposo, ma zeppe di novità.
Intanto ho finalmente finito il terzo mese, e i sintomi fastidiosi stanno passando, anche se moolto lentamente. Ma a parte i sintomi sono contenta perché il terzo mese è quello più a rischio, e sapere di averlo passato, e che tutto sta andando bene mi tranquillizza.
E poi la pancia è decisamente spuntata! Probabilmente a chi non mi conosce non sembra la pancia di una ragazza incinta, anche perché per grazia concessa da madre natura la mia pancia, a  spese del sedere,  è sempre stata ultrapiatta anche nei momenti di sovrappeso, ma chi mi conosce bene lo vede eccome che c’è una differenza!
All’inizio del mese abbiamo fatto la Traslucenza Nucale e il bitest, e il maritozzo, che ormai è completamente partito per questa gravidanza, mi ha comprato il “Cuore di Bimbo”, un doppler portatile che ci permette di ascoltate il battito del cuore della nostra pagnottella ogni volta che vogliamo. Ma di tutto questo parlerò in un post a parte,
Questo per quanta riguarda la pagnottella, per quanto riguarda me invece ho fato un bel giretto in Sicilia con il Camper, a godermi un mare cristallino e a mangiare montagne di Arancine…
Certo oggi è proprio dura riprendere il lavoro….

giovedì 4 agosto 2011

in vacanza

Finalmente sono arrivate le tante sospirate ferie, e ci stiamo riposando ben bene (io, il maritozzo e anche la pagnottella nella pancia)...

Buone vacanze a tutti!