Lilypie - Second Birthday

mercoledì 4 settembre 2013

genitori e facebook

Non voglio scrivere nulla sull'annosa questione privacy su internet, pubblicazione di foto etc etc.
Ma vorrei commentare questo post di un mio amico: Al giorno d'oggi essere genitori deve essere molto difficile...bisogna essere in grado di scrivere immediatamente su Fb cosa fa il proprio figlio mentre si proseguono le mille faccende giornaliere. É pieno de super mamme e super papà...fra qualche anno sono sicuro che sarà una società invidiabile la nostra...ne sono sicuro!...?!?

In effetti ormai il 90% di quello che pubblico su facebook sono aggiornamenti su cose carine che fa LG. Ma non perchè sono ossessionata, semplicemente perchè è ovvio che riempie la mia vita.
Dovrei sentirmi in colpa per questo? Sono davvero più noiosa di chi riempie le sue bacheche con post sulla Roma o su quante serie ha fatto in palestra (nello specifico mi riferisco al tipo che ha fatto il post) Davvero non ho capito questo astio, questo voler fare il simpatico, visto che a me una battuta del genere non sarebbe proprio venuta in mente.

Io non mi sento noiosa, non è che non ho altre cose oltre a mio figlio, ma è ovvio che lui è la cosa più importante. E se scrivo di lui su fb non è perchè penso che sia un genio, ma perhè credo che a chi mi vuol bene possa interessare, e magari vedendo una foto simpatica possa scappare un sorriso pensando a lui.

4 commenti:

ElizabethB ha detto...

E quelli che scrivono ogni minimo spostamento? @di qui, @di là...ognuno sarà ben libero di postare e scrivere ciò che vuole??
Post davvero poco opportuno...

iris ha detto...

io fb non ce l'ho e non ne sento il bisogno(a riprova del mio essere totalmente refrattaria al progresso!) ma sinceramente non vedo perchè criticare gli altri...Se una cosa non interessa basta non soffermarsi. Mah. Io credo che tu debba fregartene altamente di certi tifosi palestrati e pubblicare ciò che vuoi!

Dreaming triathlon ha detto...

Io fb ce l'avevo e adesso non ce l'ho più. Un giorno ho detto basta. Mi ero resa conto di avere la bacheca invasa da post e aggiornamenti su mio figlio e cosa e come cambia, o sulla palestra o corsa e su quanto miglioro o peggioro. Era diventata una specie di droga, aggiornare e aggiornarmi su facebook. E ho deciso di chiudere definitivamente. In parte sono d'accordo con questo tuo contatto, e io mi includo nella schiera di genitori che postano mille cose sui figli. Però devo dire che lo fanno tutti, aggiornare stati e, in poche parole, scrivere tutti i cazzi e ammazzi loro. Bè, io mi sono stancata. La mia vita è mia e non vedo perchè tutti devono venire a conoscenza del fatto che mio figlio inizierà l'asilo, o fa ancora la cacca nel pannolino, tanto per dire. Di amici ne avevo più di 100, ma con pochissimi mantengo il contatto al di fuori del social. C'erano ex colleghi che non vedo da secoli, ex compagni di liceo, ex compagni di università. Bè, a loro che importa di mio figlio? E a me che importa di tutta quella gente che non fa più parte del mio vivere quotidiano? Questo, in sintesi, il mio pensiero su facebook. Dovremmo imparare a vivere per noi stessi, a scattare foto per noi stessi, non per postare tutto su un social e magari vantarci pure di quanto sia fantastica la nostra vita. Non mi riferisco a te intendiamoci, è un discorso generale. Siamo cambiati tanto, è cambiato il modo di comunicare, ma non sono sicura che il cambiamento sia avvenuto in meglio.

Brioscina ha detto...

Haui ragione Dreaming. Voglio dire, se non ti interessa non lo leggere no? Io pubblico qualcosa che mi interessa, per le persone che mi sono care e che so che hanno piacere di leggere quello che scrivo. Tu che sei un mio conoscente, se non te frega niente non lo leggere, oppure cancellami! Io mica ti critico per quello che scrivi tu su fb! E che ti credi di essere così tanto più interessante di me?