Lilypie - Second Birthday

martedì 15 novembre 2011

Sul treno

Premetto che sto cercando di non approfittare del mio stato di appanzata per saltare le file etc...Magari quando sarò più in là con la gravidanza lo farò, ma per ora non ne sento il bisogno perchè sono in forma e la pancia è piccolina e non mi dà fastidio stare in  piedi.
Però a tutto c'è un limite!

Negli ultimi giorni, per una serie di motivi, ho preso il treno per andare al lavoro, invece della macchina.

Giorno 1:
Al ritorno ero molto stanca, non c'erano posti a sedere e col cavolo che qualcuno si offriva, tutti si giravano e facevano finta di non vedermi. Allora mi sono seduta sui gradini. Un signore distinto sulla quarantina, seduto comodamente sulla sua poltroncina, ha avuto da ridire che ostruivo la il vagone e sembravo una zingara! Io gli ho risposto che ero incinta e che non ce la facevo più a stare in piedi e lui, invece di alzarsi e offrirmi il posto, mi ha detto che se volevo il posto a sedere dovevo arrivare prima alla stazione, come aveva fatto lui, e sbrigarmi a salire.
MA SI PUO'!?!?!?!

Giorno 2:
come al solito nessun posto e nessuno che si alza, allora mi metto tranquilla in piedi a fianco agli scompartimenti.
Signora In Piedi: "Ma perchè non ti siedi cara?"
Brioscina: "Perchè nessuno mi ha offerto il posto!"
Signora In Piedi: "MA POSSIBILE CHE NESSUNO FA SEDERE QUESTA POVERA RAGAZZA INCINTA! E' UNA VERGOGNA. SU SU LEI, SI ALZI E LA FACCIA RIPOSARE!"
Grande signora, protettrice di tutte le impanzate!

Giorno 3:
Arrivo all scompartimento e un uomo e una donna fanno cenno di alzarsi. Peccato che la donna avrà avuto almeno 80 anni, mentre l'uomo 40. Alla fine chi mi ha fatto sedere? La vecchina! Il signore, quando ha visto che era gentilmente offerta lei, si è rispaparanzato sulla poltroncina!

Ma che schifo!

9 commenti:

Clara V ha detto...

Io ho smesso di usare i mezzi causa contrazioni. Però posso dire che in fila dal medico nessuno mi ha fatto mai passare, idem al supermercato (a volte se ne accorgono le commesse e mi chiamano), idem al laboratorio di analisi. Anzi quando sono andata per fare la curva da carico una signora ha dato di matto perchè hanno fatto entrare prima me visto che dovevo stare tre ore. Una volta sul trenino, però la pancia era piccola, un ragazzo ha fatto cenno di farmi sedere, ma solo perchè era la sua fermata. A me non piace l'idea di chiedere di passare, certo che però a volte ti fanno veramente rodere!
Però chissà, noi siamo in una grande città e la gente è isterica, magari nei posti piccoli migliora... speriamo...

°gracy° ha detto...

Che educazione il tipo del primo giorno! Grande la signora! E povera vecchietta... A me quando aspettavo Lollino è capitato che la cassiera mi facesse passare davanti a tutti, poichè ero alla cassa prioritaria... e una signora mi ha guardata male e l'ho sentita dire "Questa poi!".... Cioè, c'era tanto di cartello con donna panzuta....e io ero enorme, dopo due giorni è nato Lollino!Mah...

Consu ha detto...

Anche a me succedeva!!! Un nervoso...avevo una panza gigante, mal di schiena, mal di piedi, mal di tutto! E le uniche che mi facevano sedere erano sempre le vecchiette!!! Sai quanti signori distinti sulla 40ina in giacca e cravatta comodamente appollaiati sulla sedia mi fissavano, fissavano la mia pancia...e poi tornavano a leggere o fissare il vuoto,. IO BASITA!!!!

Brioscina ha detto...

Forse le donne sono più solidali perchè capiscono cosa significa...Ho notato che gli uomini tendono molto a minimizzare i disturbi legati alla gravidanza, soprattutto non riescono a capire cosa significhi avere le nausee e cosa vuol dire avere il sonno assassino.
(Anche i dolori li sminuiscono. Ho assistito a conversazioni tra colleghi MASCHI che parlavano dei parti delle mogli dicendomi che non erano stati così dolorosi. Io vorrei proprio sentire le mogli!)

Pandora ha detto...

è successo anche as me diverse volte nella metropolotana. e pensa che stamattina ero in coda in polleria ed erano tutte signore prima di me...chi piu chi meno anziana. Nessuna di loro mi ha chiesto se volevo passare prima di loro visto che aspettavamo tutte in piedi
. Erano li che se la chiacchieravano con la titolare mentre lei le serviva. E credo che innanzitutto la titolare avrebbe dovuto dire "servo prima la signora"...no? ed io sono al 9 mese eh??? non si puo certo dire che la mia pancia non si veda!

sfollicolatamente ha detto...

Ma pensa, che cafoni davvero...a me in treno per Milano e' successo uno scenario simile al tuo: mi ero seduta un po' cosi accampata in corridoio, e stavano gia partendo i commenti di sdegno, quando ho detto che ero incinta, e allora li apriti cielo, si sono fatti tutti in quattro per lasciarmi il posto! Mi sa che sono stata fortunata io pero'...

jenisha( Volareliberi) ha detto...

Non pensavo che la galanteria si era persa in Italia. Cafone il primo signore, da premi nobel la vecchietta:-)

Gnappetta ha detto...

Secondo me le donne sono le peggio, soprattutto se giovani o molto giovani. Le vecchine in genere mi cedono il posto (ma puoi far alzare la vecchietta di 80 anni?!), così anche signori e ragazzi. Poi i cafoni sono ovunque: quelli che ti scrutano la pancia e fanno finta di niente, quelli con le cuffiette nelle orecchie (forse le cuffiette rendono ciechi?), quelli che fanno finta di dormire, quelli che leggono, quelli che in metropolitana guardano fuori dal finestrino (chissà cosa ci sarà di interessante da vedere)...

Brioscina ha detto...

Settimana prossima per altri due giorni dovrò prendere il treno. E ormai la mia pancia si nota proprio! Come andrà?